Storia di un bambino che vive in carcere, analisi clinico diagnostica e progettuale

StudenteLanza Giulia
Titolo tesiStoria di un bambino che vive in carcere analisi clinico diagnostica e progettuale
Docente relatore: Prof.ssa Iris Anfuso
Docente controrelatore: Prof.ssa Sonia Marcon
Presidente commissione di tesi: Prof. Fabio Benatti
Data discussione tesi: 18 luglio 2019
Laurea Magistrale Internazionale inPsicologia clinica e di comunità

Questo lavoro fonda le sue radici nella Teoria dell’Attaccamento di John Bowlby, la quale pone una particolare importanza alla relazione tra il bambino e il caregiver primario, ritenendo che l’attaccamento sia estremamente determinante nello sviluppo psico-fisico del bambino. L’argomento approfondito è il caso di T., un bambino che vive in carcere con la madre detenuta. È stata realizzata l’osservazione del comportamento di T. in ambito carcerario ed extra carcerario e l’analisi del tipo di attaccamento con la madre utilizzando, come riferimento teorico, lo studio sugli stili di attaccamento individuati da Mary Ainsworth attraverso la Strange Situation. È stata, inoltre,elaborata l’ipotesi diagnostica sul minore utilizzando, come riferimento diagnostico, il manuale di Classificazione Diagnostica della Salute Mentale e dei Disturbi di Sviluppo nell’ Infanzia (DC:0-5TM). L’ultima parte affronta lo stato attuale generale del bambino, rispetto al contesto di vita e alla condizione psico-fisica, unite ad un bilancio tra aspetti favorevoli e sfavorevoli circa la permanenza di T. in carcere. Sono state, infine, elaborate delle ipotesi di intervento sul bambino durante la carcerazione della madre. 

This work is based on the John Bowlby’s Theory of Attachment that gives particular importance to the relationship between the child and the primary caregiver, believing that attachment is decisive in the psycho-physical development of the child. The topic esamined is the case of T., a child who lives in prison with his mother. First, was made the observation of T’ s behavior in the prison and extra- prison and the analysis of the T’s attachment to the mother, using as a theorethical reference the study of attachment styles of Mary Ainsworth with the Strange Situation. Also was made the diagnostic hypothesis about the child’s case, using as diagnostic reference the Diagnostic Classification of Mental Health and Development Disorders in Childwood (DC:0-5 TM). The last part is about the current condition of the child, about the life context, and his psycho- physical condition, connected to a reflection between favorable and unfavorable aspects about the permanence of T in prison. Finally hypotheses of intervention were made on the child, during his mother’s carceration.