Care-index in contesto trans-culturale un’esperienza in kenya

Studente: Andrea Lisa Scarpa
Titolo tesiCare-index in contesto trans-culturale un’esperienza in kenya
Docente relatore: Prof. Lino Rossi
Docente controrelatore: Prof. Umberto Fontana
Presidente commissione di tesi: Prof. Fabio Benatti
Data discussione tesi: 16 luglio 2019
Laurea Magistrale Internazionale inPsicologia clinica e di comunità

Questo lavoro è rappresentato dalla presentazione di una ricerca sul campo che fonda le sue radici nella teoria dell’attaccamento, la quale viene descritta partendo dal punto di vista di John Bowlby e Mary Ainsworth, principali esponenti della stessa. In seguito a molteplici esperienze nel contesto africano, si è sviluppata la motivazione a svolgere un’applicazione strumentale nel luogo, il Kenya è lo stato in cui viene messo in pratica tale lavoro. Lo strumento utilizzato è il Care-Index, sviluppato da Patricia Crittenden, che attraverso delle videoregistrazioni di interazioni tra madre e figlio, si pone come obbiettivo quello di misurare le caratteristiche diadiche associate all’attaccamento. La procedura viene effettuata con tre diadi e la presentazione dei risultati ottenuti si basa su una prospettiva qualitativa degli stessi, in quanto è stato preferito eseguire un lavoro approfondito con un campione ristretto. Per concludere, vengono esposte alcune riflessioni relative ai risultati ottenuti, alle loro ipotetiche associazioni con uno specifico stile di attaccamento ed a considerazioni emerse durante l’esperienza. L’obiettivo principale di questo lavoro è quello di approfondire la tematica dell’attaccamento studiata in contesto africano e di unire gli aspetti psicologici ed etnografici connessi alla ricerca sul campo effettuata.

The project I made is represented by a research that bases its roots on the bond’s theory, that has previously been be described from the point of view of John Bowlby and Mary Ainsworth, mainly exponents of it. Following numerous experiences in an African contest, I developed an interest in doing an instrumental application over there, as Kenya in particular is the country where I practiced this kind of job. The instrument I have used is the Care-Index, developed by Patricia Crittenden, that goes through some videotapes showing interactions between a mother and her child, and that poses as its goal the possibility of measure the dyadic characteristics related to the bond. The procedure is made using three dyads and the presentation of the final results is based on the quality prospective of them, as it has been preferred to use a small sample to start with. In conclusion, some reflections of the results obtained had been exposed, together with their hypothetical associations with a specific type of bond and some thoughts revealed during the experience. The main goal of this project is to deepen the bond’s theme studied in the African contest and to pull together the psychologic and ethnographic aspects related to the research.