images/grafica/TESTATE/GENERALE_PSICOLOGIA/convegni.png

Prevenire il bullismo: il metodo innovativo del progetto europeo RISE

Titolo: Prevenire il bullismo: il metodo innovativo del progetto europeo RISE
Data: giovedì 7 dicembre 2017

Orario: dalle 9.00 alle 13.00
Campus: 
Venezia - Aula Magna

Evento finale del progetto europeo RISE - Reinforce Inner Strength Effectively to combat bullying - volto a contrastare e prevenire il bullismo tra i giovani ospiti di strutture residenziali, attraverso la promozione del loro benessere sociale, emotivo e psicologico, utilizzando una metodologia innovativa basata sulla pratica sportiva, la mindfulness e la peer education. Il convegno sarà moderato dal prof. Arduino Salatin, presidente ISRE e preside IUSVE, e vedrà interventi a cura dei partner di progetto (ISRE e Civiform Italia, IFRTS Francia, CJD Germania, VTI Belgio e ANIMUS Bulgaria), con il contributo speciale del prof. Stefano Canali, esperto di neuroscienze della SISSA di Trieste.

Per ulteriori informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La partecipazione all'evento fa maturare 4 ore di recupero frequenza per gli studenti IUSVE dei Dipartimenti di Pedagogia e Psicologia.

Si ricorda agli studenti che per poter aver riconosciuta la frequenza al FOCUS è necessario consegnare al docente il foglio di iscrizione rilasciato da Eventbrite



Psicologia Positiva – La scienza del benessere per psicologi 3.0

Titolo Focus: Psicologia Positiva – La scienza del benessere per psicologi 3.0
Data: 30 novembre 2017
Orario: dalle ore 11.25 alle ore 13.30
Corso di laurea: Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di comunità
Anno di corso: 1 anno
Campus: Mestre
Materia di riferimento: Psicologia della qualità della vita
Docente: prof.ssa Rita Reschiotto
Posti per studenti: 75

La Psicologia Positiva enfatizza il ruolo fondamentale di quelle risorse e potenzialità dell'individuo, che le ricerche precedenti volte ad analizzare carenze, deficit o patologie, non mettevano in luce. Ciò rappresenta un autentico capovolgimento di prospettiva, che diventa ora eudaimonica  oltre che edonica, sottolineando la relazione tra benessere del singolo e sviluppo della collettività. L'incontro di propone di illustrare protocolli di intervento in Psicologia Positiva e il Percorso Formativo del Corso di Esperto in Psicologia a Positiva.

Obiettivi:

  • Spiegare il ruolo e il potenziale della Psicologia Positiva all’interno della Psicologia.
  • Esperimentare il focus positivo in prima persona.
  • Conoscere i principali sbocchi professionali che offre la Psicologia Positiva.

Contenuti:

  • A cosa serve la Psicologia Positiva?
  • Come si applica la Psicologia Positiva?
  • Sbocchi professionali. Di cosa si occupa uno Psicologo Positivo?
  • Presentazione Percorso Formativo: Corso di Esperto in Psicologia Positiva (CEPP)

     

Per ulteriori informazioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ricorda agli studenti che per poter aver riconosciuta la frequenza al FOCUS è necessario consegnare al docente il foglio di iscrizione rilasciato da Eventbrite

Eventbrite - Psicologia Positiva – La scienza del benessere per psicologi 3.0 

Donna e sport: la determinazione nello sfidare i propri limiti (ospite Valentina Vezzali)

TitoloDonna e sport: la determinazione nello sfidare i propri limiti
Data: lunedì 20 novembre 2017
Orario: dalle ore 09.30 alle ore 12.00
Campus: Venezia - Aula Magna

Lunedì 20 novembre gli studenti del Dipartimento di Psicologia – corso di Psicologia dello Sport e di Psicologia dell’educazione – incontrano Valentina Vezzali, pluricampionessa olimpica e mondiale di scherma, nonché portabandiera alle olimpiadi di Londra 2012. Considerata la donna dei record, è l’atleta italiana che alle Olimpiadi ha vinto più medaglie d’oro e tra il 1999 e il 2000 si è aggiudicata 56 vittorie consecutive, dimostrando di essere in assoluto l’atleta italiana più forte di tutti i tempi.

La resilienza, ovvero la capacità di far fronte in maniera positiva alle difficoltà, è sicuramente la qualità che contraddistingue maggiormente questa campionessa; nel giugno del 2005 dà alla luce il primo genito Pietro e, a distanza di 4 mesi, vince i Campionati Mondiali di Lipsia, diventando un esempio per tutte le mamme italiane, dimostrando che nella vita, come nello sport, nessun traguardo è impossibile. L’anno seguente, affronta il Campionato Mondiale a Torino con un legamento del ginocchio rotto e, anche questa volta, riesce in un’impresa impossibile, aggiudicandosi la medaglia d’argento: “sono pronta a sfidare i limiti. La storia li pone, gli uomini devono superarsi per generare altri ostacoli che puntualmente verranno abbattuti. E' lo sport, come la vita.”

L’azzurra più medagliata di tutti i tempi dal 2013 ha deciso di entrare in politica e attualmente è nella Commissione cultura e nella Commissione bicamerale dell’infanzia. Il suo obiettivo è quello di rendere obbligatorio l’insegnante di scienze motorie dalla Scuola Primaria e far in modo che le donne che praticano sport abbiano gli stessi diritti degli uomini.

Valentina Vezzali:
(Jesi, 14 febbraio 1974) ex schermitrice (fioretto) e unica atleta donna italiana a vincere sei medaglie d’oro olimpiche consecutive. È deputato della Repubblica Italiana.

L’incontro è rivolto agli studenti della Laurea Triennale e Magistrale di Psicologia ed è organizzato all’interno dei corsi di Psicologia dell’Educazione e Psicologia dello Sport  (Prof. Ernesto Gianoli- Prof.ssa Marcella Bounous)

Eventbrite - Donna e sport: la determinazione nello sfidare i propri limiti

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Prof. Nicola Giacopini 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prof.ssa Marcella Bounous 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BDSM: aspetti sessuologici e criminologici

Titolo: BDSM: aspetti sessuologici e criminologici
Data: sabato 7 ottobre 2017
Orario: dalle ore 09.00 alle ore 17.30
Campus: Venezia - Aula Magna

Il convegno intende approfondire il tema delle perversioni sessuali, nello specifico delle pratiche di bondage e di sadomasochismo che rientrano nell’acronimo BDSM. Tali tematiche sono recentemente oggetto di grande attenzione mediatica, ma vengono spesso affrontate con chiavi di lettura parziali o superficiali, le quali fanno spesso leva sulla pornografica morbosità degli ascoltatori. Il convegno intende, quindi, analizzare il fenomeno in modo scientifico, da punti di vista diversi, in un’ottica di lavoro interdisciplinare: si passerà dalle chiavi di lettura psichiatriche a quelle medico-legali, tenendo tuttavia conto dello sguardo dei praticanti, evitando così di patologizzare tout court tali pratiche, focalizzandosi sul benessere sessuale dell’individuo e della coppia. Le riflessioni giuridiche e criminologiche offriranno, infine, punti di vista alternativi sulle possibili correlazioni con crimini e atti devianti.

Tale evento costituirà anche l'occasione per la presentazione di una curatela, a cui il convegno si ispira, che uscirà nei primi mesi del 2018 con la collana SCRIVI di Libreria Universitaria, sul tema in oggetto e nella quale i relatori hanno fornito preziosi contributi.

Il convegno è gratuito ed organizzato dal Dipartimento di Psicologia con la collaborazione del Master universitario interdisciplinare di Secondo livello in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale e del Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense. Potranno partecipare tutti gli studenti dello IUSVE, tutti i docenti IUSVE interessati alla psicopatologia, alla sessuologia e alla criminologia e tutti i professionisti del territorio che desiderano approfondire tale tematica. Il convegno si svolgerà sabato 7 ottobre 2017 presso l’Aula Magna del Campus di Mestre in via dei salesiani 15, dalle ore 9.00 alle ore 17.30.

Iscrizioni

È prevista l’iscrizione gratuita al convegno tramite Eventbrite. Sono disponibili 350 posti. Le iscrizioni saranno aperte il 25 settembre 2017 e si chiuderanno il 6 ottobre 2017. Per gli studenti del Dipartimento di Psicologia la partecipazione all’intera giornata di convegno potrà rilasciare 1 CFU per recupero ore (8 ore).

Eventbrite - Convegno BDSM: aspetti sessuologici e criminologici

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Dott.ssa Giulia Marella
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Programma e relatori:

8.30 – 9.00: Registrazione partecipanti

9.00 - 10.00: Saluti delle Autorità e apertura dei lavori

Direttore Dipartimento di Psicologia e Direttore IUS - Nicola Giacopini

Direttore Master universitario interdisciplinare di Secondo livello in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale - Salvatore Capodieci

Direttore Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense -  Marco Monzani

10.00 – 10.45: Parafilie, inquadramento e criteri diagnostici (Stefano Sanzovo)

10. 45 – 11.30: Lettura in chiave psicodinamica delle perversioni (Davide Maria Marchioro)

11.30 – 12.15: “Capire” il BDSM (Salvatore Capodieci)

12.15 - 13.00: Sessualità alternativa: la prospettiva dei praticanti (Chiara Camerani)

Pausa pranzo

14.00 -14.30: Domande ai Direttori dei Master IUSVE

14.30 -15.15:  Giochi erotici non convenzionali: aspetti medico-legali (Silvia Boni)

15.15 – 16.00: BDSM e criminalità (Fabio Benatti)

16.00 – 16.45: Parafilie e pericolosità sociale: riflessioni de iure condendo (Marco Monzani e Valentina Bandiera)

16.45 – 17.30: Tavola rotonda e chiusura dei lavori

17.30 – 20.00: Colloqui di selezione per gli interessati al Master universitario interdisciplinare di Secondo livello in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale e al Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense

Eventbrite - Colloqui di selezione Master universitario in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale

Tirocinio psico-giuridico - Dalla violenza di genere alla violenza relazionale

Titolo: Tirocinio psico-giuridico - Dalla violenza di genere alla violenza relazionale
Data: 24 maggio 2017
Orario
: dalle ore 15.00 alle ore 18.30
Corso di laurea: Laurea triennale in Psicologia dell'educazione
Anno di corso: 1, 2 e 3 anno
Campus: Venezia
Materia di riferimento: Psicologia giuridica e Vittimologia
Relatori: Prof. Marco Monzani e Dott.ssa Anna Giacometti

La tematica della violenza di genere (e in particolare della violenza contro le donne) è di grande attualità e interesse per le scienze criminologiche, ma non solo. È diventata, infatti, una questione trasversale a una serie di discipline appartenenti all'ambito psicologico, giuridico, sociale, economico, politico, ecc.
Il seminario è suddiviso di due parti: nella prima si tratteranno questioni introduttive necessarie alla comprensione del fenomeno della violenza di genere, mentre nella seconda si analizzeranno esperienze dirette. L’intento è quello di verificare se i modelli teorici esplicativi presentati trovino effettivo riscontro nei modelli operativi di intervento sul campo o, per contro, se solo attraverso l’esperienza diretta sia possibile perfezionare i modelli teorici. La riflessione principale riguarderà i passaggi dalla violenza contro le donne, alla violenza di genere, alla violenza relazionale.

Il riconoscimento del tirocinio è riservato agli studenti del primo anno del Dipartimento di Psicologia iscritti all’insegnamento di Psicologia Giuridica (titolare prof. Marco Monzani), tuttavia la partecipazione è aperta a tutti gli studenti IUSVE dei tre Dipartimenti.
Il tirocinio si svilupperà in 6 seminari, della durata di 2 ore ciascuno, suddivisi in 3 giornate (2 seminari a giornata) al termine delle lezioni del Corso di Psicologia Giuridica.
La partecipazione ai 6 seminari, oltre alla partecipazione al Premio SCRIVI 2017 (25 marzo 2017) e al Convegno annuale IUSVE-SCRIVI (20 maggio 2017) verrà riconosciuta come 50 ore di tirocinio accademico.

Tirocinio psico-giuridico - Neuroscienze e imputabilità

Titolo: Tirocinio psico-giuridico - Neuroscienze e imputabilità
Data: 31 maggio 2017
Orario
: dalle ore 15.00 alle ore 18.30
Corso di laurea: Laurea triennale in Psicologia dell'educazione
Anno di corso: 1, 2 e 3 anno
Campus: Venezia
Materia di riferimento: Psicologia giuridica e Vittimologia
Relatore: Dott.ssa Elena Mian

Da sempre il tema della libertà è di grande interesse sia per le scienze umane che per le cosiddette scienze dure. In particolare, negli ultimi anni le scienze psicologiche hanno conseguito importanti progressi grazie alle numerose ricerche in ambito cognitivo, genetico e neuro-scientifico che hanno proposto nuove chiavi di lettura in merito al tema della libertà dell’uomo. Mentre alcuni autori continuano a fare riferimento al principio deterministico e all'assenza di responsabilità, altri ritengono che l’azione umana si basi sul principio del libero arbitrio. Ma l’uomo è davvero libero? Non sarebbe meglio orientarsi verso una posizione intermedia, verso una sorta di “libertà condizionata”?
A partire da queste riflessioni, il seminario analizza il tema dell’imputabilità e il ruolo delle neuroscienze nella valutazione della responsabilità di un soggetto autore di reato. Alla luce delle nuove scoperte neuroscientifiche, infatti, per sostenere l’imputabilità di un soggetto è necessario fare riferimento anche alle neuroscienze e alla neurobiologia. Risulta fondamentale, quindi, predisporre un diverso contenitore giuridico, affinché tali discipline possano offrire un contributo determinante, scongiurando al contempo rischiose derive lombrosiane e pericolosi riduzionismi.

Il riconoscimento del tirocinio è riservato agli studenti del primo anno del Dipartimento di Psicologia iscritti all’insegnamento di Psicologia Giuridica (titolare prof. Marco Monzani), tuttavia la partecipazione è aperta a tutti gli studenti IUSVE dei tre Dipartimenti.
Il tirocinio si svilupperà in 6 seminari, della durata di 2 ore ciascuno, suddivisi in 3 giornate (2 seminari a giornata) al termine delle lezioni del Corso di Psicologia Giuridica.
La partecipazione ai 6 seminari, oltre alla partecipazione al Premio SCRIVI 2017 (25 marzo 2017) e al Convegno annuale IUSVE-SCRIVI (20 maggio 2017) verrà riconosciuta come 50 ore di tirocinio accademico.

Tirocinio psico-giuridico - Il reato come fenomeno relazionale

Titolo: Tirocinio psico-giuridico - Il reato come fenomeno relazionale
Data: 24 maggio 2017
Orario
: dalle ore 15.00 alle ore 18.30
Corso di laurea: Laurea triennale in Psicologia dell'educazione
Anno di corso: 1, 2 e 3 anno
Campus: Venezia
Materia di riferimento: Psicologia giuridica e Vittimologia
Relatore: Dott.ssa Giulia Marcon

Come spiegare l’origine di un reato?
L'intento di questo seminario è quello di rendere conto della complessità del fenomeno criminale. Non è sufficiente, infatti, fermarsi all'apparenza dei fatti, ma risulta indispensabile cercare di comprenderli, unitamente alle ragioni che hanno portato un uomo, una donna, un figlio o una madre a commettere un reato, fosse anche il più atroce. Per farlo è necessario compiere un passo indietro e analizzare la storia che lega autore e vittima, indipendentemente dalla tipologia del reato commesso. Protagonista del seminario, quindi, sarà la relazione autore-vittima, relazione così complessa, delicata e ricca di sfumature da risultare fonte di numerose riflessioni.
In un viaggio tra storie, teorie e archetipi viene dunque proposta una chiave di lettura che permette di comprendere il fenomeno criminale al di là di apparenze, pregiudizi e false credenze.

Il riconoscimento del tirocinio è riservato agli studenti del primo anno del Dipartimento di Psicologia iscritti all’insegnamento di Psicologia Giuridica (titolare prof. Marco Monzani), tuttavia la partecipazione è aperta a tutti gli studenti IUSVE dei tre Dipartimenti.
Il tirocinio si svilupperà in 6 seminari, della durata di 2 ore ciascuno, suddivisi in 3 giornate (2 seminari a giornata) al termine delle lezioni del Corso di Psicologia Giuridica.
La partecipazione ai 6 seminari, oltre alla partecipazione al Premio SCRIVI 2017 (25 marzo 2017) e al Convegno annuale IUSVE-SCRIVI (20 maggio 2017) verrà riconosciuta come 50 ore di tirocinio accademico.

CUSSincontra AIPD: l'Associazione Italiana Persone Down

L'Associazione Italiana Persone Down ONLUS - sezione Venezia-Mestre – costituita principalmente da persone con la sindrome di Down e dalle loro famiglie. L'AIPD si pone quale punto di riferimento e di appoggio per le persone con SD, le Famiglie, gli insegnanti, le istituzioni, gli operatori socio-sanitari e per tutti coloro che sono interessati alla SD. Uno degli obiettivi fondamentali della Associazione è il superamento di tutti quegli stereotipi e pregiudizi ancora legati alle persone con SD che ne rendono difficile il pieno inserimento sociale, scolastico e lavorativo.

Il giorno venerdì 26 maggio 2017 dalle 9.30 alle 13.00 i ragazzi dell’Associazione si incontrano con gli studenti del corso di Psicologia dell’Integrazione educativa e scolastica della Prof.ssa Lara Fressini.

Gli studenti dello Iusve presenteranno l’ambiente universitario e le loro esperienze formative e i ragazzi dell’Associazione racconteranno dei progetti che si realizzano al di fuori dell’ambiente scolastico: le esperienze di tirocinio e del mondo del lavoro.

Rom, Sinti e Travellers: culture, storie, ricerche e prospettive educative

Giovedì 11 maggio dalle ore 15.30 alle ore 18.30 presso il Campus IUSVE di Mestre si svolgerà il Seminario Internazionale sull'antiziganismo dal titolo "Rom, Sinti e Travellers: culture, storie, ricerche e prospettive educative"Il Seminario è parte rilevante di una collaborazione (teaching-mobility-research) fra IUSVE, Università Anglia Ruskin University di Cambridge e il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell'Università di Bologna.

L'evento sarà svolto nell'ambito del Corso di Metodologie qualitative della ricerca tenuto dalla Prof. Pileri e approfondirà i seguenti aspetti:
- conoscenza dei processi storici che hanno caratterizzato la costituzione di questi gruppi culturali;
- conoscenza della tipologia dei processi migratori e di insediamento delle comunità rom e sinte in Italia e in Gran Bretagna;
- analisi dei pregiudizi e degli stereotipi che da sempre accompagnano queste comunità nell’ottica di una loro decostruzione.

Intervengono Prof. Paulette Lane, Prof. Pauline Luff dell'Anglia Ruskin University di Cambridge, Prof. Anna Pileri Università IUSVE

Coordinano Davide Marchioro e Anna Pileri
Comitato scientifico: Anna PILERI (Docente e Coordinatrice di Ricerca, IUSVE), Nicola GIACOPINI (Direttore IUS e del Dipartimento di Psicologia), Davide MARCHIORO (Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale di Psicologia Clinica e di Comunità), Ivana Bolognesi (Docente di Pedagogia Interculturale dell'Università di Bologna).

Psicologia clinica dello sport e miglioramento della prestazione

Il Seminario dal titolo Psicologia Clinica dello Sport e Miglioramento della Prestazione si svolgerà martedì 9 maggio dalle ore 14.30 alle ore 18.00 presso l’Università IUSVE di Mestre-Venezia ed è organizzato con il patrocinio dell’Associazione Italiana Psicologia dello Sport e dell’esercizio (AIPS).

L’utilità delle tecniche di “mindfulness”, finalizzate a migliorare la performance, è stata recentemente dimostrata in ambito sportivo dopo i risultati positivi ottenuti in ambito clinico e in considerazione delle analogie esistenti fra attenzione “mindful” e stato di prestazione ottimale.

Il programma del seminario è così suddiviso: 
ore 14.30: Registrazione dei Partecipanti
ore 14.45: Presentazione del Seminario con il Dr. Gianfranco Gramaccioni e il Prof. Claudio Robazza dell'Università di Chieti
ore 15.00: Introduzione alla Psicologia Clinica dello Sport, Il Multilevel Classification System for Sport Psychology con Frank Gardner
ore 16.00: Discussione
ore 16.30: La valutazione dell’efficacia delle tradizionali tecniche di preparazione mentale e Introduzione teorica del modello Mindfulness-Acceptance-Commitment (MAC) per l’incremento della prestazione con Zella Moore
ore 17.30: Discussione
ore 18.00: Conclusione

Frank Gardner Ph.D, è stato professore di psicologia e direttore del programma in Psicologia Clinica presso l'Università La Salle, in seguito professore di psicologia presso Kean University e professore di psichiatria presso la Scuola di Icahn di Medicina. Attualmente, il Dr. Gardner è Decano Associato alla Facoltà di Scienze della Salute, al Touro College e University System di New York e Professore di Medicina Comportamentale presso il Dipartimento di Scienze Biomediche presso il Touro College di Medicina Osteopatica. Il Dr. Gardner ha pubblicato numerosi lavori scientifici ed è riconosciuto a livello internazionale per la sua ricerca e la pratica nei settori della psicologia dello sport, gli interventi Mindfulness Based, ricerche e studi sulla rabbia e il trattamento della violenza. E' stato il fondatore redattore capo del Journal of Clinical Sport Psychology. E’ attualmente membro di diversi comitati editoriali di riviste scientifiche, ed è stato consulente psicologo per varie organizzazioni sportive professionali.

Zella Moore Ph.D. è Professore di Psicologia al Manhattan College di New York. Ha effettuato numerosi studi e ricerche nei seguenti ambiti: costrutti relativi alla rabbia, all'aggressività e alla violenza, con una particolare attenzione alle problematiche derivanti dal mancato controllo della rabbia e alle sue conseguenze interpersonali; costrutti relativi alla consapevolezza, disregolazione emotiva, evitamento esperienziale, e la loro relazione con gli stati emotivi negativi; ricerche sulla Mindfulness e nell’ambito della Psicologia clinica dello sport, in particolare sui meccanismi disfunzionali associati alla prestazione, la valutazione del supporto empirico dei tradizionali interventi di preparazione mentale, la classificazione delle prestazioni psicologiche e delle problematiche degli atleti, e gli aspetti etici nella pratica della psicologia dello sport. Assieme a Gardner ha sviluppato l’approccio Mindfulness-Acceptance-Commitment (MAC) per il miglioramento della prestazione. Anche lei è attualmente membro di diversi comitati editoriali di riviste scientifiche e consulente psicologo per varie organizzazioni sportive professionali.

L'iscrizione tramite eventbrite è obbligatoria.

Eventbrite - Psicologia clinica dello sport e miglioramento della prestazione