images/grafica/TESTATE/GENERALE_PSICOLOGIA/convegni.png

IUSVE incontra Federico Tonioni

Titolo: Incontro con Federico Tonioni
Data: venerdì 4 maggio 2018 dalle 14.00 alle 18.00
Campus: Mestre - Aula Magna

Alterni destini di Rabbia ed Aggressività nei nuovi Adolescenti. Ritiro sociale web-mediato e cyber-bullismo.

Venerdì 04 maggio 2018 dalle 14.00 alle 18.00, presso il Campus IUSVE di Mestre, il prof. Federico Tonioni, del Policlinico Gemelli di Roma, terrà un seminario-incontro nell’ambito del Laboratorio di Cyber-Therapy e del corso di Pedagogia della Realtà virtuale (proff. S. Capodieci e G. Fasoli).
L’incontro è aperto a tutti gli studenti, ex-studenti e al territorio.

L’incontro avrà due momenti tematici.
  • Prima parte,  il dott. Tonioni parlerà della realtà del cyber-bullismo e del ritiro web-mediato alla luce del lavoro clinico che svolge presso il Policlinico Gemelli di Roma.
  • Seconda parte, più pratica, verranno date delle provocazioni e delle indicazioni, per la gestione del colloquio nella relazione di aiuto con vittima e/o autore di atti di cyber-bullismo.

Per partecipare all'evento si richiede agli eventuali Operatori Sanitari di inviare una e-mail alla dott.ssa Pierangela Pasqualetto p.pasqualetto@iusve.it

dott. Tonioni Federico psichiatra e psicoterapeuta, è un Ricercatore dell’Istituto di Psichiatria e Psicologia nella Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. 
Da molti anni si occupa di dipendenze patologiche e adolescenti difficili ed ha fondato e dirige dal 2009 il primo Ambulatorio in Italia sulla Dipendenza da Internet, divenuto nel 2016 Centro Pediatrico Interdipartimentale per la Psicopatologia da Web, presso la Fondazione Policlinico Gemelli di Roma. 
È considerato uno dei maggiori esperti sul Gioco d’azzardo patologico, sulla Dipendenza da Internet e sulla prevenzione e le patologie correlate al Cyber-bullismo. 
Insegna in numerosi corsi universitari e seminari formativi ed è autore di libri e lavori scientifici di rilevanza internazionale: Quando Internet diventa un droga. Ciò che i genitori devono sapere,Torino, Einaudi, 2011; Psicopatologia web-mediata. Dipendenza da internet e nuovi fenomeni dissociativi, Milano, Springer, 2013; Cyberbullismo. Come aiutare le vittime e i persecutori,Milano, Mondadori 2014.

Premio e Convegno annuale SCRIVI 2018: Fenomeni migratori e criminalità

Titolo: Premio e Convegno annuale SCRIVI 2018: Fenomeni migratori e criminalità
Data: sabato 5 maggio 2018
Orario: dalle ore 08.30 alle ore 13.30
Campus: Venezia - Aula Magna

La connessione tra criminalità e fenomeni migratori è una tematica estremamente attuale che trova spesso indebita risonanza nei mass media, i quali veicolano informazioni distorte e non attinenti ai dati epidemiologici.
Esiste un rapporto tra criminalità e fenomeni migratori?
Questa è la tematica che verrà discussa sabato 5 maggio 2018 presso l’Aula Magna del campus di Mestre, dalle ore 08:30 alle ore 13:00.
Il Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI) diretto dal Prof. Marco Monzani ha deciso di unire i due principali eventi annuali del centro di studi e ricerche (Premio e Convegno annuale SCRIVI) proprio su questo tema così dibattuto.
Nella prima parte della mattina (dalle 09:00 alle 10:15) si terrà quindi il Premio SCRIVI 2018 e nella seconda parte della mattina (dalle 10:15 alle 13:00) il convegno annuale SCRIVI 2018.
Il Premio SCRIVI 2018 sarà assegnato alla Prof.ssa Isabella Merzagora - Professore ordinario di Criminologia presso l’Università degli Studi di Milano e Presidente della Società Italiana di Criminologia (SIC) – la quale terrà una lectio magistralis su “Lo straniero a giudizio”.
Tale intervento costituirà l’apertura del Convegno annuale SCRIVI 2018 che avrà come titolo “Fenomeni migratori e criminalità. Tra mistificazioni e nuove sfide” e che vedrà la partecipazione e il confronto di docenti universitari ed esperti provenienti da varie realtà nazionali (Marco Monzani, Adriano Zamperini, Anna Pileri, Marco Scarpati, Giulia Marcon e Sara Vianello).

Per il programma dettagliato del convegno

All’evento sono invitati tutti i docenti e gli studenti dello IUSVE, oltre al pubblico esterno (ingresso gratuito).

Per maggiori informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ricorda la partecipazione all’evento permetterà agli studenti del Dipartimento di Psicologia (PSE, PSE B, MPSE A e MPSE B) di acquisire 4 ore di credito orario.
Queste 4 ore di credito orario potranno, inoltre, essere utilizzate per recuperare un’assenza dalle attività laboratoriali della Laurea Triennale in Psicologia dell’educazione (percorso ordinario e percorso B), previo accordo con il coordinatore PSE.
Non sarà possibile iscriversi solamente al Premio SCRIVI o al convegno annuale SCRIVI dal momento che la mattinata è stata progettata come un unico evento di 4 ore.

Eventbrite - Premio e Convegno annuale SCRIVI 2018: Fenomeni migratori e criminalità

Seminario Laurea magistrale in Psicologia clinica: Trauma, resilienza e stile di attaccamento

Titolo: Trauma, resilienza e stile di attaccamento: prospettive e interventi alla luce dell'ATSC (Analisi Transazionale Socio-Cognitiva).
Data: Sabato 10 marzo 2018
Orario: dalle ore 14.00 alle ore 17.30
Campus: Mestre
 
Gli studenti del secondo anno, come focus clinico del corso Esercitazione psicodiagnostiche di personalità (prof.ssa Martorello) incontreranno il Prof. Stefano Iapichino, medico psicoterapeuta, Didatta e Supervisore in Analisi Transazionale (TSTA-P) dell'EATA. Responsabile del Centro di Prevenzione e Intervento (CePI) della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell'IFREP, sede di Mestre (VE).

L’intimità nella famiglia e nella relazione terapeutica. Fattori facilitanti ed ostacolanti. (ospite dr.ssa Jeanne Magagna, PhD)

Titolo: L’intimità nella famiglia e nella relazione terapeutica. Fattori facilitanti ed ostacolanti. (ospite dr.ssa Jeanne Magagna, PhD)
Data: dal 22 al 24 febbraio 2018
Orario: dalle ore 9.00 alle ore 17.00
Campus: Mestre

La qualità della vita intima, con le sue forme e le sue dinamiche, nella relazione tra genitori e bambini, nella coppia come anche nella pratica professionale del terapeuta, è una dimensione centrale per il benessere e lo sviluppo armonioso dei bambini e della famiglia.

La dr.ssa Jeanne Magagna, con la sua decennale esperienza internazionale come terapeuta e didatta modello Tavistock, ci guiderà con precisione e profondità nello studio dei fattori facilitanti ed ostacolanti l’intimità, dei compiti genitoriali e di coppia, delle dinamiche di attaccamento e separazione, delle difese primitive e del bagaglio emotivo durante i primi anni di vita, così come nel lavoro personale del terapeuta sui transfer relazionali che emergono nella pratica clinica.

Per il quarto anno consecutivo, dal 22 al 24 febbraio 2018 studenti e docenti del Dipartimento di Psicologia IUSVE interessati alle dinamiche dell’età evolutiva e della famiglia, professionisti psicologi, psicoterapeuti individuali e famigliari, potranno incontrare la dr.ssa Jeanne Magagna, sul tema “L’intimità nella famiglia e nella relazione terapeutica”.

La formazione prevede due giorni a numero chiuso a carattere seminariale, con discussione di casi e lavori di gruppo, ed un convegno finale aperto e gratuito rivolto anche ad operatori in ambito sanitario ed educativo.

L’evento è in collaborazione con il Centro Studi Martha Harris di Venezia. 

Scarica il programma completo

Iscrizioni per il Seminario a numero chiuso di giovedì e venerdì (max 90 posti)
Per gli studenti in Psicologia IUSVE la partecipazione al Seminario è gratuita.
La partecipazione alle due giornate potrà rilasciare 2 ECTS per recupero ore o per assolvimento ECTS di debito.
È necessaria l’iscrizione tramite Eventbrite.

Iscrizioni per il Convegno aperto di sabato
Per la giornata di sabato l’evento è gratuito, previa iscrizione tramite Eventbrite: ad evento terminato verrà inviata una mail con il certificato di partecipazione.
Per gli studenti IUSVE la partecipazione al Convegno rilascia 1 ECTS per recupero ore o assolvimento ECTS di debito, non cumulabili con i 2 ECTS del Seminario. Per gli studenti IUSVE della Laurea Magistrale in Psicologia clinica e di comunità, prenotati regolarmente al Corso opzionale “L’intimità nella famiglia e nella relazione terapeutica”, la partecipazione al Seminario + Convegno equivale a 24 delle 40 ore del corso.

Si avvisano gli utenti che le date del 22 e 23 febbraio sono esaurite,

è possibile iscriversi solo alla data di sabato 24 febbraio


Eventbrite - L’intimità nella famiglia e nella relazione terapeutica. Fattori facilitanti ed ostacolanti. (ospite dr.ssa Jeanne Magagna, PhD)

Prevenire il bullismo: il metodo innovativo del progetto europeo RISE

Titolo: Prevenire il bullismo: il metodo innovativo del progetto europeo RISE
Data: giovedì 7 dicembre 2017

Orario: dalle 9.00 alle 13.00
Campus: 
Venezia - Aula Magna

Evento finale del progetto europeo RISE - Reinforce Inner Strength Effectively to combat bullying - volto a contrastare e prevenire il bullismo tra i giovani ospiti di strutture residenziali, attraverso la promozione del loro benessere sociale, emotivo e psicologico, utilizzando una metodologia innovativa basata sulla pratica sportiva, la mindfulness e la peer education. Il convegno sarà moderato dal prof. Arduino Salatin, presidente ISRE e preside IUSVE, e vedrà interventi a cura dei partner di progetto (ISRE e Civiform Italia, IFRTS Francia, CJD Germania, VTI Belgio e ANIMUS Bulgaria), con il contributo speciale del prof. Stefano Canali, esperto di neuroscienze della SISSA di Trieste.

Per ulteriori informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La partecipazione all'evento fa maturare 4 ore di recupero frequenza per gli studenti IUSVE dei Dipartimenti di Pedagogia e Psicologia.

Si ricorda agli studenti che per poter aver riconosciuta la frequenza al FOCUS è necessario consegnare al docente il foglio di iscrizione rilasciato da Eventbrite


Psicologia Positiva – La scienza del benessere per psicologi 3.0

Titolo Focus: Psicologia Positiva – La scienza del benessere per psicologi 3.0
Data: 30 novembre 2017
Orario: dalle ore 11.25 alle ore 13.30
Corso di laurea: Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e di comunità
Anno di corso: 1 anno
Campus: Mestre
Materia di riferimento: Psicologia della qualità della vita
Docente: prof.ssa Rita Reschiotto
Posti per studenti: 75

La Psicologia Positiva enfatizza il ruolo fondamentale di quelle risorse e potenzialità dell'individuo, che le ricerche precedenti volte ad analizzare carenze, deficit o patologie, non mettevano in luce. Ciò rappresenta un autentico capovolgimento di prospettiva, che diventa ora eudaimonica  oltre che edonica, sottolineando la relazione tra benessere del singolo e sviluppo della collettività. L'incontro di propone di illustrare protocolli di intervento in Psicologia Positiva e il Percorso Formativo del Corso di Esperto in Psicologia a Positiva.

Obiettivi:

  • Spiegare il ruolo e il potenziale della Psicologia Positiva all’interno della Psicologia.
  • Esperimentare il focus positivo in prima persona.
  • Conoscere i principali sbocchi professionali che offre la Psicologia Positiva.

Contenuti:

  • A cosa serve la Psicologia Positiva?
  • Come si applica la Psicologia Positiva?
  • Sbocchi professionali. Di cosa si occupa uno Psicologo Positivo?
  • Presentazione Percorso Formativo: Corso di Esperto in Psicologia Positiva (CEPP)

Per ulteriori informazioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ricorda agli studenti che per poter aver riconosciuta la frequenza al FOCUS è necessario consegnare al docente il foglio di iscrizione rilasciato da Eventbrite

Eventbrite - Psicologia Positiva – La scienza del benessere per psicologi 3.0 

Donna e sport: la determinazione nello sfidare i propri limiti (ospite Valentina Vezzali)

TitoloDonna e sport: la determinazione nello sfidare i propri limiti
Data: lunedì 20 novembre 2017
Orario: dalle ore 09.30 alle ore 12.00
Campus: Venezia - Aula Magna

Lunedì 20 novembre gli studenti del Dipartimento di Psicologia – corso di Psicologia dello Sport e di Psicologia dell’educazione – incontrano Valentina Vezzali, pluricampionessa olimpica e mondiale di scherma, nonché portabandiera alle olimpiadi di Londra 2012. Considerata la donna dei record, è l’atleta italiana che alle Olimpiadi ha vinto più medaglie d’oro e tra il 1999 e il 2000 si è aggiudicata 56 vittorie consecutive, dimostrando di essere in assoluto l’atleta italiana più forte di tutti i tempi.

La resilienza, ovvero la capacità di far fronte in maniera positiva alle difficoltà, è sicuramente la qualità che contraddistingue maggiormente questa campionessa; nel giugno del 2005 dà alla luce il primo genito Pietro e, a distanza di 4 mesi, vince i Campionati Mondiali di Lipsia, diventando un esempio per tutte le mamme italiane, dimostrando che nella vita, come nello sport, nessun traguardo è impossibile. L’anno seguente, affronta il Campionato Mondiale a Torino con un legamento del ginocchio rotto e, anche questa volta, riesce in un’impresa impossibile, aggiudicandosi la medaglia d’argento: “sono pronta a sfidare i limiti. La storia li pone, gli uomini devono superarsi per generare altri ostacoli che puntualmente verranno abbattuti. E' lo sport, come la vita.”

L’azzurra più medagliata di tutti i tempi dal 2013 ha deciso di entrare in politica e attualmente è nella Commissione cultura e nella Commissione bicamerale dell’infanzia. Il suo obiettivo è quello di rendere obbligatorio l’insegnante di scienze motorie dalla Scuola Primaria e far in modo che le donne che praticano sport abbiano gli stessi diritti degli uomini.

Valentina Vezzali:
(Jesi, 14 febbraio 1974) ex schermitrice (fioretto) e unica atleta donna italiana a vincere sei medaglie d’oro olimpiche consecutive. È deputato della Repubblica Italiana.

L’incontro è rivolto agli studenti della Laurea Triennale e Magistrale di Psicologia ed è organizzato all’interno dei corsi di Psicologia dell’Educazione e Psicologia dello Sport  (Prof. Ernesto Gianoli- Prof.ssa Marcella Bounous)

Eventbrite - Donna e sport: la determinazione nello sfidare i propri limiti

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Prof. Nicola Giacopini 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prof.ssa Marcella Bounous 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BDSM: aspetti sessuologici e criminologici

Titolo: BDSM: aspetti sessuologici e criminologici
Data: sabato 7 ottobre 2017
Orario: dalle ore 09.00 alle ore 17.30
Campus: Venezia - Aula Magna

Il convegno intende approfondire il tema delle perversioni sessuali, nello specifico delle pratiche di bondage e di sadomasochismo che rientrano nell’acronimo BDSM. Tali tematiche sono recentemente oggetto di grande attenzione mediatica, ma vengono spesso affrontate con chiavi di lettura parziali o superficiali, le quali fanno spesso leva sulla pornografica morbosità degli ascoltatori. Il convegno intende, quindi, analizzare il fenomeno in modo scientifico, da punti di vista diversi, in un’ottica di lavoro interdisciplinare: si passerà dalle chiavi di lettura psichiatriche a quelle medico-legali, tenendo tuttavia conto dello sguardo dei praticanti, evitando così di patologizzare tout court tali pratiche, focalizzandosi sul benessere sessuale dell’individuo e della coppia. Le riflessioni giuridiche e criminologiche offriranno, infine, punti di vista alternativi sulle possibili correlazioni con crimini e atti devianti.

Tale evento costituirà anche l'occasione per la presentazione di una curatela, a cui il convegno si ispira, che uscirà nei primi mesi del 2018 con la collana SCRIVI di Libreria Universitaria, sul tema in oggetto e nella quale i relatori hanno fornito preziosi contributi.

Il convegno è gratuito ed organizzato dal Dipartimento di Psicologia con la collaborazione del Master universitario interdisciplinare di Secondo livello in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale e del Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense. Potranno partecipare tutti gli studenti dello IUSVE, tutti i docenti IUSVE interessati alla psicopatologia, alla sessuologia e alla criminologia e tutti i professionisti del territorio che desiderano approfondire tale tematica. Il convegno si svolgerà sabato 7 ottobre 2017 presso l’Aula Magna del Campus di Mestre in via dei salesiani 15, dalle ore 9.00 alle ore 17.30.

Iscrizioni

È prevista l’iscrizione gratuita al convegno tramite Eventbrite. Sono disponibili 350 posti. Le iscrizioni saranno aperte il 25 settembre 2017 e si chiuderanno il 6 ottobre 2017. Per gli studenti del Dipartimento di Psicologia la partecipazione all’intera giornata di convegno potrà rilasciare 1 CFU per recupero ore (8 ore).

Eventbrite - Convegno BDSM: aspetti sessuologici e criminologici

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Dott.ssa Giulia Marella
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Programma e relatori:

8.30 – 9.00: Registrazione partecipanti

9.00 - 10.00: Saluti delle Autorità e apertura dei lavori

Direttore Dipartimento di Psicologia e Direttore IUS - Nicola Giacopini

Direttore Master universitario interdisciplinare di Secondo livello in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale - Salvatore Capodieci

Direttore Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense -  Marco Monzani

10.00 – 10.45: Parafilie, inquadramento e criteri diagnostici (Stefano Sanzovo)

10. 45 – 11.30: Lettura in chiave psicodinamica delle perversioni (Davide Maria Marchioro)

11.30 – 12.15: “Capire” il BDSM (Salvatore Capodieci)

12.15 - 13.00: Sessualità alternativa: la prospettiva dei praticanti (Chiara Camerani)

Pausa pranzo

14.00 -14.30: Domande ai Direttori dei Master IUSVE

14.30 -15.15:  Giochi erotici non convenzionali: aspetti medico-legali (Silvia Boni)

15.15 – 16.00: BDSM e criminalità (Fabio Benatti)

16.00 – 16.45: Parafilie e pericolosità sociale: riflessioni de iure condendo (Marco Monzani e Valentina Bandiera)

16.45 – 17.30: Tavola rotonda e chiusura dei lavori

17.30 – 20.00: Colloqui di selezione per gli interessati al Master universitario interdisciplinare di Secondo livello in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale e al Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense

Eventbrite - Colloqui di selezione Master universitario in Sessuologia – Consulenza ed Educazione sessuale

Tirocinio psico-giuridico - Dalla violenza di genere alla violenza relazionale

Titolo: Tirocinio psico-giuridico - Dalla violenza di genere alla violenza relazionale
Data: 24 maggio 2017
Orario
: dalle ore 15.00 alle ore 18.30
Corso di laurea: Laurea triennale in Psicologia dell'educazione
Anno di corso: 1, 2 e 3 anno
Campus: Venezia
Materia di riferimento: Psicologia giuridica e Vittimologia
Relatori: Prof. Marco Monzani e Dott.ssa Anna Giacometti

La tematica della violenza di genere (e in particolare della violenza contro le donne) è di grande attualità e interesse per le scienze criminologiche, ma non solo. È diventata, infatti, una questione trasversale a una serie di discipline appartenenti all'ambito psicologico, giuridico, sociale, economico, politico, ecc.
Il seminario è suddiviso di due parti: nella prima si tratteranno questioni introduttive necessarie alla comprensione del fenomeno della violenza di genere, mentre nella seconda si analizzeranno esperienze dirette. L’intento è quello di verificare se i modelli teorici esplicativi presentati trovino effettivo riscontro nei modelli operativi di intervento sul campo o, per contro, se solo attraverso l’esperienza diretta sia possibile perfezionare i modelli teorici. La riflessione principale riguarderà i passaggi dalla violenza contro le donne, alla violenza di genere, alla violenza relazionale.

Il riconoscimento del tirocinio è riservato agli studenti del primo anno del Dipartimento di Psicologia iscritti all’insegnamento di Psicologia Giuridica (titolare prof. Marco Monzani), tuttavia la partecipazione è aperta a tutti gli studenti IUSVE dei tre Dipartimenti.
Il tirocinio si svilupperà in 6 seminari, della durata di 2 ore ciascuno, suddivisi in 3 giornate (2 seminari a giornata) al termine delle lezioni del Corso di Psicologia Giuridica.
La partecipazione ai 6 seminari, oltre alla partecipazione al Premio SCRIVI 2017 (25 marzo 2017) e al Convegno annuale IUSVE-SCRIVI (20 maggio 2017) verrà riconosciuta come 50 ore di tirocinio accademico.

Tirocinio psico-giuridico - Neuroscienze e imputabilità

Titolo: Tirocinio psico-giuridico - Neuroscienze e imputabilità
Data: 31 maggio 2017
Orario
: dalle ore 15.00 alle ore 18.30
Corso di laurea: Laurea triennale in Psicologia dell'educazione
Anno di corso: 1, 2 e 3 anno
Campus: Venezia
Materia di riferimento: Psicologia giuridica e Vittimologia
Relatore: Dott.ssa Elena Mian

Da sempre il tema della libertà è di grande interesse sia per le scienze umane che per le cosiddette scienze dure. In particolare, negli ultimi anni le scienze psicologiche hanno conseguito importanti progressi grazie alle numerose ricerche in ambito cognitivo, genetico e neuro-scientifico che hanno proposto nuove chiavi di lettura in merito al tema della libertà dell’uomo. Mentre alcuni autori continuano a fare riferimento al principio deterministico e all'assenza di responsabilità, altri ritengono che l’azione umana si basi sul principio del libero arbitrio. Ma l’uomo è davvero libero? Non sarebbe meglio orientarsi verso una posizione intermedia, verso una sorta di “libertà condizionata”?
A partire da queste riflessioni, il seminario analizza il tema dell’imputabilità e il ruolo delle neuroscienze nella valutazione della responsabilità di un soggetto autore di reato. Alla luce delle nuove scoperte neuroscientifiche, infatti, per sostenere l’imputabilità di un soggetto è necessario fare riferimento anche alle neuroscienze e alla neurobiologia. Risulta fondamentale, quindi, predisporre un diverso contenitore giuridico, affinché tali discipline possano offrire un contributo determinante, scongiurando al contempo rischiose derive lombrosiane e pericolosi riduzionismi.

Il riconoscimento del tirocinio è riservato agli studenti del primo anno del Dipartimento di Psicologia iscritti all’insegnamento di Psicologia Giuridica (titolare prof. Marco Monzani), tuttavia la partecipazione è aperta a tutti gli studenti IUSVE dei tre Dipartimenti.
Il tirocinio si svilupperà in 6 seminari, della durata di 2 ore ciascuno, suddivisi in 3 giornate (2 seminari a giornata) al termine delle lezioni del Corso di Psicologia Giuridica.
La partecipazione ai 6 seminari, oltre alla partecipazione al Premio SCRIVI 2017 (25 marzo 2017) e al Convegno annuale IUSVE-SCRIVI (20 maggio 2017) verrà riconosciuta come 50 ore di tirocinio accademico.