images/grafica/TESTATE/GENERALE_PSICOLOGIA/convegni.png

Introduzione alla pratica collaborativa (ospiti Avv. Simona Ardesi, Avv. Carla Loda e Dott.ssa Elena Giudice)

TitoloIntroduzione alla pratica collaborativa (ospiti Avv. Simona Ardesi, Avv. Carla Loda e Dott.ssa Elena Giudice)
Data: 11/05/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Simona Ardesi è avvocato presso lo studio legale Ardesi Loda & Associati di Brescia, è docente presso l’Università Cattolica Sacro Cuore di Brescia ed è inoltre socia dell’Associazione Italiana Avvocati di Diritto Collaborativo (AIADC).
Carla Loda è avvocato presso lo studio legale Ardesi Loda & Associati di Brescia, è componente del direttivo nazionale dell’Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i minori (AIAF) ed è inoltre socia dell’Associazione Italiana Avvocati di Diritto Collaborativo (AIADC).
Elena Giudice è assistente sociale libera professionista, è facilitatole di pratica collaborativa ed è inoltre socia dell’Associazione Italiana Avvocati di Diritto Collaborativo (AIADC).

Il seminario di studio costituisce il quarto incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani.
Il seminario avrà per tema la c.d. pratica collaborativa, vale a dire una nuova modalità di gestione del conflitto da parte degli avvocati e delle figure professionali deputate alla gestione di situazioni giuridicamente rilevanti. La pratica collaborativa ha come obiettivo, tra gli altri, anche la gestione del conflitto finalizzata alla limitazione della c.d. seconda vittimizzazione.
Per gli studenti del I e del II anno del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione la partecipazione a tutti e otto i seminari verrà conteggiata come 50 ore di tirocinio accademico.
Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Prof. Marco Monzani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Dagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari alle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (ospite Dott. Antonino Calogero)

TitoloDagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari – OPG alle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza – REMS (ospite Dott. Antonino Calogero)
Data: 04/05/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Antonino Calogero è medico, psichiatra e psicoterapeuta ed è stato per molti anni Direttore dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario (OPG) di Castiglione delle Stiviere (MN).

Il seminario di studio costituisce il terzo incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani. Il seminario avrà per tema l’analisi dell’impatto sul territorio della recente normativa che ha previsto la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) e la loro sostituzione con le Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS). Il relatore illustrerà la tematica evidenziandone, in particolare, i punti di criticità.

Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Prof. Marco Monzani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Eventbrite - Dagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari – OPG alle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza – REMS

Parola ai numeri, parola alle vittime

La locandina del seminario “Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia” era affissa già da qualche tempo lungo le scale e sulle bacheche IUSVE. Avrebbe potuto suscitare curiosità sul tema in alcuni, forse in altri perplessità per l’utilizzo di numeri e statistiche, ma evidentemente non indifferenza: il 20 aprile 2016 i posti a sedere cominciano a scarseggiare già a 20 minuti dall’inizio del seminario.
Non sono le sole persone a riempire l’ambiente, ma anche un’emozione che arriva dalle prime file del lato destro e risuona in chi sa che, di lì a poco, la dott.ssa Giacometti presenterà col prof. Monzani il libro di cui, insieme al Professore, è co-autrice.
La dott.ssa Camporese espone il programma e introduce il tema della violenza sulle donne e del rilevamento statistico del fenomeno. Attraverso le sue parole, i numeri non sembrano così lontani, e il loro prendere senso è un nostro prenderne confidenza.

La parola passa al prof. Monzani, che inizia la presentazione del libro La violenza contro le donne. Un approccio clinico-giuridico, ed espone un modello circolare di vittimizzazione, nato dall’esperienza concreta dei Centri Anti Violenza. Viene letta qualche breve ed incisiva testimonianza di alcune donne vittime, ed ascoltare questi frammenti di storie mi ricorda che dietro alle teorie, così come dietro ai numeri che oggi vengono portati, ci sono delle persone con dei vissuti spesso molto dolorosi. Una proposta per alleviare questo dolore, e che vede non solo in questo la propria utilità, è il modello clinico-giuridico che sta per essere presentato dalla dott.ssa Giacometti. Il momento è quindi arrivato: ora lei è rappresentante di una forza di volontà e di un impegno che sono d’ispirazione per noi studenti, ed espone il suo personale contributo al tema, che consiste in una chiave di lettura rispetto al come affrontare la violenza da un punto di vista professionale. La sua presentazione termina seguita dagli applausi, che esprimono un sincero complimento e lo scioglimento di un’emozione, e in parte di una tensione, provata immaginandosi di dover affrontare una prova di coraggio e padronanza di sé simile a quella da lei affrontata.

La parola passa alla dott.ssa Muratore, che espone i risultati dell’indagine ISTAT del 2014 riguardante la violenza contro le donne. I numeri iniziano ora a raccontarsi e a raccontare una realtà abbastanza lontana dai pregiudizi e da quello che trasmettono alcuni mass media. Tra i dati, due in particolare catturano la mia attenzione: la maggior parte degli stupri è commesso da un partner o un ex partner, e le donne straniere hanno subito violenza fisica o sessuale in misura molto simile alle donne italiane. Il primo dato mi colpisce la pancia, come accade ogni volta che emerge il tema di una violenza che invischia l’amore confondendo la fiducia. Il secondo dato mi stupisce e mi occupa per un po’ la testa, facendomi ripensare a quello che fino a quel momento era effettivamente stato un mio pregiudizio.

Il seminario si conclude, e ora non resta che elaborare i dati (nel senso di rifletterci) e contribuire, nel nostro piccolo, alla loro diffusione, per sfatare falsi miti e dare voce alle vittime.

 

I centri Antiviolenza e il loro ruolo sul territorio (ospiti Dott.ssa Patrizia Marcuzzo e Dott.ssa Claudia Ceccarello)

TitoloI centri Antiviolenza e il loro ruolo sul territorio (ospiti Dott.ssa Patrizia Marcuzzo e Dott.ssa Claudia Ceccarello)
Data: 27/04/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Patrizia Marcuzzo è Responsabile del Centro Antiviolenza del Comune di Venezia.
Claudia Ceccarello è Psicologa e lavora presso la cooperativa La Esse s.c.s

Il seminario di studio costituisce il secondo incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani.
Il seminario avrà per tema il ruolo dei Centri Antiviolenza (in particolare quello del Comune di Venezia) sul territorio, sia per quanto riguarda il contrasto al fenomeno “violenza di genere” e l’accoglienza delle vittime, sia per quanto riguarda la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, sia per quanto riguarda la formazione dei futuri professionisti che si dovranno occupare della questione.

Per gli studenti del I e del II anno del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione la partecipazione a tutti e otto i seminari verrà conteggiata come 50 ore di tirocinio accademico.
Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Eventbrite - I centri Antiviolenza e il loro ruolo sul territorio

Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia (ospite Dott.ssa Giuseppina Muratore)

Titolo: Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia (ospite Dott.ssa Giuseppina Muratore)
Data: 20/04/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Il seminario avrà come tematica principale la recente pubblicazione della ricerca di ISTAT relativa alla violenza domestica. Durante il seminario verrà presentato anche il volume di Marco Monzani e Anna Giacometti dal titolo “La violenza contro le donne. Verso un approccio clinico-giuridico” pubblicato da Libreriauniversitaria editore di Padova, dove vengono presentati anche i risultati dell’esperienza formativa della ULSS 17 di Monselice denominata “Progetto ELETTRA”.

Giuseppina Muratore lavora presso la Direzione centrale delle Statistiche socio-demografiche ed ambientali dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT).
Il seminario di studio costituisce il primo incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani.

Per gli studenti del I e del II anno del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione la partecipazione a tutti e otto i seminari verrà conteggiata come 50 ore di tirocinio accademico.
Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Eventbrite - Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia

IUSVE incontra la Terapia Multisistemica in acqua (Tma)

TMA, convenzionato con IUSVE per tirocini accademici e professionalizzanti, inizierà il proprio Convegno Veneto Giovedì 21 Aprile dalle ore 11.15 alle ore 13.00 presso l'Aula E e dalle ore 14.00 presso l'Aula Magna del Campus IUSVE di Mestre. A seguire presso la Piscina di via Calabria, per un workshop interattivo.

L'acqua è allo stesso tempo ambiente di gioco e divertimento, che facilita l'espressione delle emozioni ma anche sfida per le capacità personali e relazionali del bambino e dell'adulto di riferimento. Per questo diversi studi ed interventi psicologici che affrontano il Disturbo dello Spettro Autistico, prendono in considerazione questo elemento naturale. 
Tra gli approcci presenti in Italia, TMA si sta proponendo come una valida ed interessante prospettiva: il dott. Gianluca Caputo, psicologo e psicoterapeuta (co-fondatore del metodo), presenterà ai partecipanti con l'ausilio di video e dialoghi, le basi scientifiche, la metodologia di lavoro e le possibilità professionali per gli psicologi. 

L'incontro è aperto agli studenti del corso di Laurea triennale e magistrale in Psicologia e a studenti e professionisti in ambito psicologico, educativo e sanitario.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a
prof. Nicola Giacopini (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Lectio magistralis del prof. Guglielmo Gulotta al Convegno di vittimologia allo IUSVE

Sabato 21 maggio 2016, dalle ore 09:30 alle ore 13:30, il Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI) ha il piacere di presentare il convegno “Il perdono difficile. Verso una giustizia riparativa” con una lectio magistralis del Prof. Avv. Guglielmo Gulotta.
Il convegno si svolgerà in Aula Magna del campus di Mestre.
I primi studi di vittimologia in Italia coincidono con l’uscita, nel 1976, del volume “La vittima” di Guglielmo Gulotta. I 40 anni del volume sono l’occasione per fare il punto della situazione in merito agli studi vittimologici in Italia, e soprattutto della situazione odierna che riguarda le vittime dei reati e il loro riconoscimento.

Il prof. avv. Guglielmo Gulotta è considerato dal mondo accademico il pioniere della psicologia giuridica in Italia. È stato il primo ordinario della cattedra di Psicologia Giuridica in Italia e ha fondato 40 anni fa la famosa collana di Psicologia Giuridica e Criminale della Giuffré su cui studiano tutti gli studenti di psicologia, giurisprudenza, sociologia e criminologia. È stato professore ordinario per moltissimi anni presso l’Università degli Studi di Torino.


Il convegno è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia dello IUSVE, ai corsisti del Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense e a tutti gli studenti di altre Università, afferenti a corsi di Psicologia o Medicina Legale.
Sono inoltre invitati
psicologi,
avvocati e magistrati,
medici,
sociologi, educatori
e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense.

Dialogheranno sul tema:
Prof. Marco Monzani: Direttore SCRIVI e docente di Criminologia allo IUSVE, all’Università degli Studi di Padova e di Ferrara;
Dott.ssa Elena Buccoliero: Direttrice della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati;
Dott. Guido Bertagna: gesuita che ha lavorato al carcere di San Vittore e che collabora a itinerari di giustizia riparativa;
Prof. Antonino Giorgi: esperto in psicologia mafiosa e membro del ISC-SIC International Society for Criminology, docente all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia;
Dott.ssa Elena Bertoli: criminologa e membro dello SCRIVI.

Il convegno ha ottenuto il patrocinio della fondazione Guglielmo Gulotta:
http://www.fondazionegulotta.org

Per ulteriori informazioni potete contattare il Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI) all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per il programma completo del convegno e maggiori informazioni scaricate il flyer


Per iscriversi gratuitamente al convegno occorre iscriversi qui: 
Eventbrite - IL PERDONO DIFFICILE - VERSO UNA GIUSTIZIA RIPARATIVA

IUSVE incontra la pluricampionessa olimpica Josefa Idem

Lunedì 11 aprile 2016 dalle 10.00 alle 13.00 nel Campus di Mestre gli studenti del corso di Psicologia dello Sport e dello Sviluppo del corso di Baccalaureato/Laurea Triennale in PSE – Psicologia dell’educazione affronteranno temi importanti quali passione e fatica, sfide e soddisfazioni accompagnati dalla testimonianza di Josefa Idem.

L'incontro è aperto anche agli altri studenti IUSVE del Dipartimento di Psicologia.

Josefa Idem si racconterà agli studenti tra passione, fatica, sfide, vittorie, delusioni, impegno sociale e politico a favore dello sport.
Un dentro e fuori dall’acqua che ha saputo appassionare milioni di sportivi grazie alla sua determinazione e alla sua passione.

Canoista tedesca, naturalizzata italiana a partire dal 1990, campionessa mondiale e olimpica nella specialità del kayak individuale.
Vanta 38 medaglie tra Olimpiadi, mondiali ed europei. È, inoltre, la prima ed unica donna nella storia della canoa italiana che ha vinto un Campionato Mondiale ed un'Olimpiade.

Adolescenza ai tempi della rete. Tra opportunità, crisi di identità e di idealità.

IUSVE, in collaborazione con AEPEA, nell'ambito del ciclo di convegni internazionali nuovi bisogni, nuove strategie, organizza il convegno Crisi di identità, crisi di idealità che si svolgerà il giorno 7 maggio 2016 dalle ore 9.00 alle ore 17.00 e il giorno 8 maggio 2016 dalle ore 9.00 alle ore 13.30 presso il campus IUSVE di Mestre.

I proff. Braconnier e Lancini, massimi esperti di adolescenza e problematiche della rete internet, affronteranno tematiche riguardanti il rapporto tra l'adolescente e i genitori ed i pericoli che gli adolescenti possono incontrare in rete, delineando le tecniche più avanzate di intervento con adolescenti e genitori ed approfondendo l'attualissimo tema dell'hikikomori.
Sono previsti momenti di formazione e momenti di confronto tra i partecipanti.
Il convegno è aperto a psicologi, medici, insegnanti ed educatori.

Relatori:
Alain Braconnier, psicoanalista specializzato nel settore dell’infanzia, responsabile del servizio di consulenza per adolescenti del Centro Philippe Paumelle di Parigi, docente presso l’università Parigi-V.

Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta di formazione psicoanalitica, Presidente della Fondazione “Minotauro” di Milano e dell’AGIPPsA (Associazione Gruppi Italiani di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Adolescenza), Docente presso l’Università Milano-Bicocca e la Scuola di formazione in Psicoterapia dell’adolescente e del giovane adulto Arpad-Minotauro.

Costi e iscrizioni
Senza ECM:
studenti IUSVE e universitari: GRATUITO
per esterni: 50 euro
per soci AEPEA: 40 euro

Accreditamento ECM  per psicologi e medici:
per soci AEPEA: 50 euro
per esterni: 70 euro

Dati per pagamento: IT69 K033 5901 6001 0000 0067 253 indicare cognome, nome e titolo convegno

Attenzione: 
per gli esterni, i soci Aepea e coloro che richiedono i crediti ECM è necessario scaricare il seguente modello e inviarlo compilato entro lunedì 2 maggio 2016 a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per ulteriori informazioni contattare:
Dott.ssa Alessia Anello
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Per iscrizione e modulo rischiesta ECM scaricate il modulo qui


Per ulteriori informazioni è possibile scaricare il programma digitale

Eventbrite - ADOLESCENZA AI TEMPI DELLA RETE

Corso di alta formazione: pratica del coaching integrativo

I Dipartimenti di Psicologia e di Pedagogia offrono agli studenti dello IUSVE e a partecipanti esterni interessati un training formativo sul colloquio di aiuto che radica le sue premesse fondamentali nella Coaching Psychology. Nell’ultimo decennio la Coaching Psychology è impegnata nel processo di definizione della sua identità. Si è diffusa rapidamente in Europa e in Australia, dove si è sviluppata e si sta affermando.

Il corso avanzato di Alta formazione nella pratica del Coaching Integrativo prevede 24 ore di lavoro intensivo in cui verranno approfondite le tematiche inerenti al colloquio d’aiuto in ambito socio-educativo e psicologico. 
Il percorso formativo è orientato nello specifico a favorire lo sviluppo di competenze e di abilità esperienziali avanzate nell’ambito della pratica del Coaching integrativo che si strutturano in contesti dove la relazione di aiuto si colloca come strumento fondamentale (nell’ambito genitoriale, nel contesto interculturale, in ambito educativo e per le tematiche che attengono alla social generation).

Prerequisiti:
Il percorso formativo è prioritariamente rivolto agli studenti che hanno frequentato il Corso base sulla pratica del Coaching Integrativo. Tuttavia le persone interessate alla partecipazione che provengono da altri percorsi formativi dovranno contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  per un colloqui di idoneità prima di effettuare il bonifico bancario.

Il training formativo si svolgerà a Mestre presso il Campus IUSVE dal 23 al 25 aprile 2016, con orario 09.00-13.00 e 14.00-18.00.
Ai partecipanti verrà rilasciato un certificato di Alta Formazione IUSVE in Pratica del coaching integrativo. Il colloquio di aiuto in ambito socio-educativo, sanitario e psicologico (24 ore).

Docenti:
Prof.ssa Fressini Lara
libera professionista, psicologa, psicoterapeuta e docente presso IUSVE (Mestre)

Prof.ssa Signorotto Beatrice libera professionista, psicologa, counselor e docente presso IUSVE (Mestre)

Prof. Fasoli Giovanni
psicologo clinico e dell’educazione,
psicoterapeuta in formazione, certificazione C.I.S.S.P.A.T. per training autogeno di base e superiore, docente presso IUSVE (Mestre)

Costo:
€ 200,00 (IVA inclusa)
per studenti IUSVE
€ 250,00  + IVA
per esterni IUSVE

Attivazione:
minimo 16, massimo 25

Per maggiori informazioni invia una mail a: 
Dott.ssa Beatrice Signorotto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per scaricare il modulo di iscrizione clicca qui