Schadenfreude. Un'emozione nascosta

StudenteValentina Azzano Cantarutti 
Titolo tesiSchadenfreude. Un'emozione nascosta
Docente relatore: Prof. Salvatore Capodieci
Docente controrelatore: Prof.ssa Michela Possamai
Presidente commissione di tesi: Prof. Marco Monzani
Data discussione tesi: 27 ottobre 2018
Laurea Triennale Internazionale inPsicologia dell'educazione

Schadenfreude significa piacere per le disgrazie altrui. Apparentemente è un’emozione spregevole, infatti è spesso oggetto di critiche morali, ma in realtà cela molti meccanismi importanti della mente dell’uomo. E’ necessario comprenderli per conoscere meglio le dinamiche che si attivano in ogni persona ed è fondamentale soprattutto in ambito psicologico e psicoterapeutico. “Schadenfreude. Un’emozione nascosta” è una tesi bibliografica che delinea le caratteristiche della Schadenfreude, ovvero quegli aspetti che la rendono riconoscibile, le sue cause e i benefici psicologici che trae chi la prova. Le persone provano Schadenfreude nei confronti di qualcuno che invidiano, che si comporta in modo ingiusto o che costituisce una minaccia per la propria autovalutazione positiva. Dopo aver provato questa emozione, lo Schadenfroh si sentirà felice per non dover più confrontarsi con l’invidia, con chi rappresentava l’ingiustizia e chi minava la sua autostima.

Schadenfreude refers to the pleasure at others’ misfortunes. This emotion is apparently despicable: in fact, it is often morally disapproved but it actually hides many mechanisms of the human mind. It is necessary to understand them in order to learn more about the dynamics which are active in each person. All this is fundamental especially in psychological and psychotherapeutic fields. “Schadenfreude. A hidden emotion” is a bibliographical thesis that outlines the features of the Schadenfreude, that is the traits that make it recognizable, its causes and the psychological benefits that it brings to people. Individuals feel Schadenfreude towards someone who they envy, who behaves unfairly or who represents a threat to their positive self-evaluation. After feeling this emotion, the Schadenfroh will be happy not to have to deal with envy anymore, with people who represented unfairness and with people who threatened their self-esteem.