Test delle figure aggrovigliate di Rey: processi cognitivi coinvolti

Studente: Eleonora Scomparin
Titolo tesiTest delle figure aggrovigliate di Rey: processi cognitivi coinvolti
Docente relatore: Prof. Benatti Fabio
Docente controrelatore: Prof. Bobbio Andrea
Presidente commissione di tesi: Prof. Monzani Marco
Data discussione tesi: 24 luglio 2018
Laurea Triennale internazionale in: Psicologia dell'educazione

L’argomento scelto riguarda i meccanismi cognitivi che abilitano il soggetto all’esatto riconoscimento e alla successiva corretta denominazione delle figure rappresentate nel Test delle figure aggrovigliate (Rey, 1966), presente all’interno della batteria dell’Esame Neuropsicologico Breve 2 (ENB-2). L’obiettivo della presente tesi di baccalaureato è quindi quello di riconoscere e analizzare i processi cognitivi che portano il soggetto a identificare e denominare correttamente le figure presenti nel Test delle Figure Aggrovigliate (Rey, 1966). La ricerca, condotta secondo una metodologia di lavoro che ha comportato un approfondimento bibliografico dei principali testi e manuali in lingua italiana, a cui si è affiancata un’indagine di articoli scientifici internazionali, è articolata in quattro capitoli. Il primo descrive il processo cognitivo della percezione, facendo riferimento alla psicologia della Gestalt e alle sue leggi. Il secondo tratta il processo cognitivo dell’attenzione: in particolar modo ci si concentra sulla componente selettiva e visuo-spaziale, a cui si collegano i movimenti oculari saccadici. Nel terzo capitolo si fa riferimento al processo cognitivo della memoria, nello specifico alla sua componente semantica, la quale permette di creare un collegamento con la funzione percettiva del riconoscimento visivo. Il quarto, infine, presenta la proposta di un progetto di ricerca che possa sanare le lacune evidenziate dalla candidata circa la valutazione del test, la quale potrebbe essere influenzata dalla soggettività dall’esaminatore. Test delle Figure Aggrovigliate (Rey, 1966) – Riconoscimento visivo - Attenzione selettiva – Memoria semantica – Denominazione

This dissertation focuses on the cognitive mechanisms that allow the subject to the exact recognition and suorrect naming of the figures in Rey Complex Figure Test (RCFT) in Esame Neuropsicologico Breve 2 (ENB-2). Therefore the aim of this bachelor dissertation is recognizing and analysing the cognitive processes that lead the subject to identify and correctly name the figures in the RCFT. The methodology which has been used for this reaserch is an in-depth bibliographic study of the main documents and manuals in Italian, with the addiction of the study of international scientific articles. This work is divided into four chapters. The first one describes the cognitive process of perception, referring to Gestalt psychology and its laws. The second one is a about the cognitive process of attention: in particular it focuses on the selective and visuo-spatial component, to which the saccadic eye movements are connected. The third chapter is about the cognitive process of memory and its semantic component, which makes it possible the creation of a link with the perceptual function of visual recognition. Finally, the fourth chapter introduces a research project that could fill in the gaps highlightened by the candidate during the test evaluation, which may have been influenced by the subjectivity of the examiner. Rey Complex Figure Test – Visual Recognition – Selective Attention – Semantic Memory - Naming