Hikikomori: Un messaggio dell’Anima

Studente: Marco Marcato
Titolo tesi: Hikikomori Un messaggio dell’Anima
Docente relatore: Prof.ssa Giovanna Borsetto
Docente controrelatore: Prof. Roberto Albarea
Presidente commissione di tesi: Prof. Marco Monzani
Data discussione tesi: 7 gennaio 2020
Laurea Magistrale internazionale inPsicologia clinica e di comunità

L’obiettivo di questa tesi è inquadrare il fenomeno hikikomori nelle sue caratteristiche fondamentali nel contesto giapponese e italiano. Un secondo obiettivo è tracciare un confronto del fenomeno nei due contesti arrivando ad individuare le caratteristiche comuni, con particolare riferimento ai cambiamenti sociali occorsi dal dopoguerra ad oggi, che possono spiegare la rapida ascesa di tale fenomeno. Infine, i due obiettivi convergono nel tentativo, che è il principale scopo del lavoro, di inquadrare l’hikikomori esercitando epochè rispetto ai criteri diagnostici e individuando il messaggio che esso racchiude, come possibilità di accesso ad una dinamica che è più ampia del singolo individuo. Per fare questo si integreranno diverse discipline fino ad evidenziare che il ‘ritiro’ è un movimento storico ed individuale da sempre conosciuto e dischiude un contenuto di rilievo per la nostra attualità, ove il corpo e la mente, materia e spirito sembrano essere scissi. Nelle conclusioni, sarà possibile osservare il fenomeno hikikomori alla luce di un “fenomeno psicosomatico” a carico della società, senza rapporti di causa-effetto ma sottolineando che i due fattori, società e hikikomori (come altre patologie del nostro tempo), si muovo sincroni.

The aim of this thesis is to frame the hikikomori phenomenon in its fundamental characteristics in the Japanese and Italian context. A second target is to trace a comparison of the phenomenon in the two contexts, coming to identify the common characteristics, with particular reference to the social changes that have occurred since the post-war period, which can explain the rapid rise of this phenomenon. Finally, the two objectives converge in an attempt, that is the main purpose of this work, to frame the hikikomori by exercising ‘epochè’ with respect to the diagnostic criteria and identifying the ‘message’ that it contains, as a possibility of access to a dynamic that is wider than the single hikikomori person. To do this, different disciplines will be integrated to highlight that the ‘withdrawal’ is an historical and individual movement that has always been known and can disclose a relevant message, especially in today's society where the body and mind, matter and spirit seem to be split. In the conclusion, it will be possible to frame the hikikomori phenomenon as a “psychosomatic phenomenon” on society, without cause-effect relationships and highlight that the two factors, society and hikikomori (like other pathologies of our time), move synchronously.