L'importanza dell'emotività nell'approccio integrato nei bambini con DSA. Intervento con la tecnica psicodrammatica

Studente: Sabrina Martini
Titolo tesiL'importanza dell'emotività nell'approccio integrato nei bambini con DSA. Intervento con la tecnica psicodrammatica
Docente relatore: Prof.ssa Mavi Lodoli
Docente controrelatore: Prof.ssa Sonia Marcon
Presidente commissione di tesi: Prof. Fabio Benatti
Data discussione tesi: 13 ottobre 2018
Laurea Triennale Internazionale inPsicologia dell'educazione

dell’apprendimento, con particolare riferimento alla dislessia, e desidera proporre la metodologia psicodrammatica come valido trattamento terapeutico, da integrare con un percorso abilitativo alla lettura. Sono descritti i disturbi dell’apprendimento, dando maggior spazio alle caratteristiche ed alle teorie relative alla dislessia e sottolineando l’importanza di una diagnosi tempestiva e di un intervento precoce. Vengono presentate alcune proposte nel trattamento della dislessia, per evitare che le difficoltà emotive dei bambini degenerino in disturbi emotivi, come depressione o comportamenti aggressivi. Si ritiene fondamentale una educazione emotiva adeguata, insegnabile attraverso la metodologia psicodrammatica. Essa è proposta come valida fonte di sostegno emotivo per i bambini dislessici, in un percorso integrato con un lavoro specifico sulla lettura. Infine, è descritto il caso di Luca, un bambino dislessico e disgrafico, che ha preso parte ad un gruppo di psicodramma, per migliorare le sue capacità relazionali, e ha svolto un percorso abilitativo alla lettura, con ricadute anche sulla comprensione del testo.

The paper aims to present the importance of the emotional sphere in children with learning disabilities -with particular reference to dyslexia- and wants to propose the psychodramatic methodology as a valid therapeutic treatment, which should be integrated with a reading habilitation process. Learning disorders are described, focusing on the characteristics and theories related to dyslexia and underlining the importance of a timely diagnosis and an early intervention. Some proposals are introduced in the treatment of dyslexia, to avoid that the emotional difficulties of children degenerate into emotional disorders, such as depression or aggressive behavior. An adequate emotional education is considered essential and it can be taught through the psychodramatic methodology. The latter has to be considered as a valid source of emotional support towards dyslexic children and it has to be integrated with a specific reading work. Lastly, it is described the case of Luca, a dyslexic and dysgraphic child, who took part in a group of psychodrama in order to improve his relational abilities. He also carried out an enabling course for reading tasks, which revealed good consequences on the text comprehension, too.