Il minore come vittima diretta della violenza assistita

Studente: Martina Tarricone
Titolo tesiIl minore come vittima diretta della violenza assistita
Docente relatore: Prof. Marco Monzani
Docente controrelatore: Prof. Mario Magrini
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicola Giacopini
Data discussione tesi: 20 luglio 2019
Laurea Magistrale Internazionale in: Psicologia clinica e di comunità

Il presente elaborato si occupa del danno psichico che il trauma della violenza assistita provoca nel soggetto in età evolutiva. Lo scopo del lavoro è di sensibilizzare le persone nei confronti di tale tema, in quanto i bambini che assistono a violenza perpetrata all’interno delle mura domestiche spesso non vengono considerati come vittime dirette del reato, bensì come semplici spettatori. I bambini dovrebbero infatti essere ritenuti vittime tanto quanto lo sono le loro madri.  Verrà analizzata la letteratura odierna relativa alle relazioni tra madre, padre e bambino, sia dal punto di vista funzionale che disfunzionale, per poi soffermarsi sulla violenza domestica, con focus sulla violenza assistita. Si analizzerà poi la configurazione del danno psichico che il trauma della violenza assistita provoca nel minore, per poi operare un’analisi criminologica del minore vittima, e testimone, con riferimento specifico alla normativa vigente. Verrà infine presentato un progetto di ricerca atto alla valutazione di tale danno e al nesso causale tra il danno stesso e le relazioni vissute dal bambino all’interno del nucleo familiare.  L’auspicio, oltre a quello di sensibilizzare rispetto al tema trattato, è che il progetto di ricerca proposto possa essere ritenuto positivo e utile ai fini di promuovere un cambiamento della normativa vigente, con relativi percorsi d’aiuto per i minori. 

The present paper dealing with the psychic damage caused in evolutionary age subjetc by the trauma of assisted violence. The purposes of this paper is to raise awareness people about this topic, because children who attend violence whitin the home aren’t considered direct victims of the crime, but just audience. Children should be considered victims as much as their mothers.  The paper analyzes today’s literature about relationships between mother, father and child from the functional and dysfunctional point of view, whit particular attention on domestic violence and focusing on the assisted violence. The paper analyzes, then, the configuration of the psychic damage caused to the younger by the assisted violence, to make a criminological analysis of the younger as a victim, with particolar reference to the law in force. The paper presents, at its end, a research project to assess the psychic damage and the link between the relationships experienced by the child within the family and the psychic damage itself.  The whish of this paper is to raise awareness people and, on the other hand, to suggest a positive and usefull research project to change the law in force offering new help path for younger.