La pelle come rappresentazione dei confini dell’Io e dell’identità

Studente: Jacopo Noviello
Titolo tesiLa pelle come rappresentazione dei confini dell’Io e dell’identità
Docente relatore: Prof. Giovanni Marchioro
Docente controrelatore: Prof.ssa Giovanna Borsetto
Presidente commissione di tesi: Prof. Fabio Benatti
Data discussione tesi: 16 marzo 2020
Laurea Magistrale Internazionale inPsicologia clinica e di comunità

La pelle, come organo di superficie e di delimitazione, è stata oggetto di analisi fin dagli arbori della psicoanalisi. L’appoggio dell’io sulla superficie corporea è stato descritto per primo dal fondatore stesso della disciplina psicoanalitica, Sigmund Freud. In questo lavoro di tesi si vuole presentare, attraverso un’approfondita disanima della letteratura internazionale, il tema del confine psichico e del suo appoggio biologico sulla pelle. Nella prima parte della tesi, la nozione di Io-pelle, proposta da Didier Anzieu, introduce la descrizione del ruolo fondamentale che la superficie corporea assume nel percorso di sviluppo dell’Io, dal periodo di vita intrauterino fino al raggiungimento dell’unità. Nella seconda parte della tesi viene affrontato il tema delle modificazioni corporee. Il rapporto tra modificazione della superficie corporea e fragilità dei confini dell’Io viene inquadrato all’interno della teoria delle relazioni oggettuali. La tesi si conclude con una riflessione, in un’ottica psico-sociologica, su come i cambiamenti della società contemporanea stiano comportando la necessità di una ridefinizione continua, la quale può essere espressa attraverso la pratica della tatuazione.

The skin, as organ of surface and delimitation, has been subject to analysis since the early age of psychoanalysis. The anaclisis of the Ego on the body surface has been described first by the founder himself of the psychoanalytic discipline, Sigmund Freud. This thesis discusses, through the deep scrutiny of the international litterature, the topic of psychologycal boundary and of its biological anaclisis on the skin. In the first part of the thesis, the Ego-skin’s notion, proposed by Dider Anzieu, introduces the description of the fundamental role which the body surface assumes in the development’s course of the Ego, from the intrauterine life’s period until the subjectivity’s achievement. In the second part the body’s modification topic is introduced. The relationship between body surface’s modifications and Ego boundary’s fragility is framed within the object-relation’s theory. The thesis ends with a reflection, under a psycho-sociological mindset, on how the contemporary society’s changings are inducing the need of a countinuos redefiniction that can be showed through the tattooing.