La prevenzione e il trattamento dell’ADHD mediante l’utilizzo della tecnica del Training Autogeno: un esempio di lavoro con alcuni bambini in età evolutiva

Studente: Erica Saveri
Titolo tesiLa prevenzione e il trattamento dell’ADHD mediante l’utilizzo della tecnica del Training Autogeno: un esempio di lavoro con alcuni bambini in età evolutiva
Docente relatore: Prof. Roberto Baruzzo
Docente controrelatore: Prof.ssa Lara Fressini
Presidente commissione di tesi: Prof. Davide Maria Marchioro
Data discussione tesi: 08 marzo 2019
Laurea Magistrale Internazionale in:Psicologia clinica e di comunità

L’ADHD (deficit di attenzione e iperattività/impulsività) è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato da tre sintomi puri: disattenzione, iperattività e/o impulsività che causano una compromissione del funzionamento del soggetto in diversi ambiti della vita quotidiana. Per il trattamento di questo disturbo è consigliato un approccio multimodale che prevede un’azione sinergica delle strutture psico educative, sociosanitarie e famigliari che si prendono cura del bambino. La figura dello psicologo clinico può essere un elemento di collegamento tra i vari settori; familiare, scolastico e psico – sanitario creando accordo tra le parti e un miglioramento della capacità comunicativa. Questo lavoro prende in considerazione il Training Autogeno come strumento di aiuto per i bambini con ADHD e come metodo di prevenzione delle problematiche evolutive portando ad esempio due casi seguiti nel settore psico educativo. Il Training Autogeno di base, attraverso l’allenamento costante, favorisce il riequilibrio e il miglioramento della propria capacità di autoregolazione con un conseguente miglioramento della qualità della vita dell’individuo. La metodologia autogena è in continua evoluzione, sta continuando a ricevere conferme neuro scientifiche e si è dimostrata valida in molti campi di applicazione. Auspicando in un ulteriore approfondimento di questa tematica, l’idea di questo elaborato è quello di far conoscere il Training Autogeno e di incentivare la sua applicazione, non solo come valido aiuto, ma anche come metodo preventivo per la promozione del benessere.

ADHD (Attention Deficit Hyperactivity/Impulsivity Disorder) is a neurodevelopmental disorder which is characterized by three symptoms: inattention, hyperactivity and/or impulsivity causing impairment of the individual’s functions in a variety of everyday life situations. A multimodal treatment approach to ADHD is recommended, where by psychoeducational, health & social care and family support institutes dedicated to child care act in synergy. The clinical psychologist can act as a link among the family, school and psychomedical settings, improving communication and favouring conciliation among these. Autogenic Training is envisaged in this paper as a support tool for children affected by ADHD as well as a preventive method in relation to developmental issues. Specifically, two cases from the psychoeducational sector are mentioned herein. If performed regularly, Basic Autogenic Training restores equilibrium and the individual’s self-regulation ability, thus improving his/her quality of life. The Autogenic methodology is in constant evolution and continues to be neuroscientifically acknowledged. It proved to be effective in several application fields. This paper aims at encouraging further research in Autogenic Training by making it known and by encouraging its application not only as a precious support tool but also as a preventive method to promote well-being.