Seminario ed esercitazione: Psiche e soma nella storia della classificazione psichiatrica. L’esempio della pellagra e la nascita dell’iconografia manicomiale

Titolo: Psiche e soma nella storia della classificazione psichiatrica. L’esempio della pellagra e la nascita dell’iconografia manicomiale (ospite Dott. Egidio Priani)
Data: 15 e 22 dicembre 2016
Orario: dalle ore 15.30 alle ore 19.30
Corso di laurea: Laurea magistrale in Psicologia clinica e di comunità
Campus: Mestre
Materia di riferimento: Psicosomatica
Docente: prof. Giovanni Marchioro

Il nesso tra mente e corpo, la clinica e la psicopatologia, vengono concettualizzate a partire da specifiche condizioni storico sociali e di contesto. Le teorizzazioni in ambito psicologico e psichiatrico sorgono a partire da determinate “condizioni di possibilità”.  Il seminario si propone di sensibilizzare e orientare gli studenti verso una consapevolezza ed un’attitudine critica circa tali condizioni di contesto. Queste informano le categorie diagnostiche e le affezioni psichiche che pertanto non possono affatto considerarsi degli “oggetti di natura”, ma degli artefatti bio-culturali e storici che, oltre che conosciuti ed utilizzati nella clinica, necessitano di essere costantemente interrogati e compresi nella loro genealogia.

Nel corso della prima sessione il Dott. Egidio Priani - research assistant presso l’Università di Leicester (U.K.) dal 1/9/2013, nell'ambito del progetto di ricerca "Rough Skin: maize, pellagra and society in Italy, 1750-1910"-  traccerà la storia di una emblematica malattia che colpì l’Italia nel corso del XIX secolo: la pellagra. Questa malattia, che affondava le sue radici nella povertà endemica e nel monofagismo a base di polenta di mais, rimase a lungo un mistero per i medici italiani ed europei. Il dilemma intorno a questa affezione sarà chiarito solo negli anni ’30 del 900. Nella sua fase finale la pellagra dava sintomi psichiatrici molto gravi, pertanto essa contribuì enormemente all’incremento dei numeri manicomiali nel corso del secolo.

Saranno dunque trattati i principali temi del dibattito medico e psichiatrico intorno a questa/e malattia/e, le diverse ipotesi esplicative, le forme di cura e trattamento, il ruolo delle istituzioni manicomiali. Al tempo stesso verrà messo in luce l’affacciarsi sulla scena medica di un formidabile strumento di rappresentazione e affermazione del sapere medico: la fotografia. Intorno alla pellagra e alle altre malattie della mente (e del corpo), inizia a costruirsi una vera e propria iconografia che si pone un duplice obiettivo: divulgare la conoscenza medica e rinforzare lo statuto e la credibilità scientifica della giovane disciplina psichiatrica. Verranno illustrati e commentati documenti fotografici dell’epoca relativi al manicomio e ai pazienti internati, sia pellagrosi che non pellagrosi, argomentando il significato che tali documenti assunsero per l’epoca ed evidenziando il contributo della fotografia per lo sviluppo dei concetti psicologici e psichiatrici a cavallo del secolo.

Nel corso della seconda sessione saranno proposte agli studenti delle letture da fare in piccoli gruppi (max. 5/6 persone). Saranno selezionati e proposti brani tratti dai seguenti autori: German E. Berrios - Michel Foucault - Georges Canghuilhem – Lorraine Daston – Allen Frances – Ian Hacking. La consegna sarà quella di leggere e analizzare criticamente gli articoli, discutendone in gruppo e producendo una sintesi della discussione da proporre successivamente in plenaria agli altri gruppi.

Essendo disponibile una ricca documentazione e una significativa raccolta fotografica, il Dipartimento di Comunicazione, con la professoressa Arianna Novaga, verrà coinvolto allo scopo di allestire una mostra.

Tags: storia, psiche, soma