La memoria autobiografica: contributo alla validazione del Test di Crovitz per l’età evolutiva

Studente: Federica Ranni
Titolo tesiLa memoria autobiografica: contributo alla validazione del Test di Crovitz per l’età evolutiva
Docente relatore: Prof.ssa Tiziana Magro
Docente controrelatore: Prof. Andrea Bobbio
Presidente commissione di tesi: Prof. Fabio Benatti
Data discussione tesi: 15 luglio 2019
Laurea Magistrale Internazionale inPsicologia clinica e di comunità

La tesi è volta ad approfondire il costrutto della memoria quale abilità umana di ordine su-periore, che permette di trattenere e recuperare informazioni di diversa natura, risultando fondamentale allo svolgimento di una serena esistenza. Dato il suo carattere multisistemico ed interdisciplinare, ne verranno illustrate le principali suddivisioni interne, proposte da diversi autori, secondo un criterio temporale e contenutistico, facendo riferimento ad alcuni dei più importanti contributi derivanti da molteplici discipline, quali le neuroscienze e la psicologia dello sviluppo. Nello specifico verrà esaminata la memoria autobiografica, inte-sa come capacità di conservare i ricordi della propria vita, e dunque fondamentale per l’identità di ciascun essere umano, con particolare riferimento a quest’ultima nell’età evo-lutiva. Si tenterà, infatti, di comprendere come essa emerga a partire dall’infanzia, ed evol-va poi fino all’adolescenza. Verrà infine presentata la ricerca sperimentale condotta con l’obiettivo di offrire un contributo personale alla taratura del Test di Crovitz per la memo-ria autobiografica, in un campione di 315 soggetti di età compresa tra i 7 e i 14 anni. Uti-lizzando la tecnica dei cue, verrà chiesto ai partecipanti di rievocare, per via associativa, dei ricordi autobiografici in seguito alla presentazione di alcune parole stimolo. Si tenterà di comprendere come la capacità di recuperare le memorie autobiografiche possa evolvere progressivamente, in funzione dell’età anagrafica dei soggetti. Attraverso l’analisi e l’inte-rpretazione dei risultati ottenuti, si trarranno alcune importanti conclusioni in merito all’e-sito delle ricerca sperimentale condotta, il cui obiettivo ultimo è rendere il test di Crovitz strumento utilizzabile per la valutazione della memoria autobiografica in una popolazione di soggetti in età evolutiva.

This thesis is aimed at deepening the construct of memory as a higher-order human skill, which allows us to retain and retrieve information of different nature, resulting in the fun-damental to the performance of a serene existence. Given its multisystemic and interdisci-plinary character, the main internal subdivisions will be illustrated, proposed by different authors, according to a temporal and content criterion, making reference to some of the most important contributions deriving from multiple disciplines, such as neuroscience and developmental psychology. Specifically, the autobiographical memory will be examined, understood as the ability to preserve the memories of one's own life, and therefore funda-mental for the identity of each human being, with particular reference to the latter in the developmental age. In fact, an attempt will be made to understand how it emerges from childhood, and then evolves into adolescence. Finally, the experimental research conduc-ted with the aim of offering a personal contribution to the calibration of the Crovitz test for autobiographical memory will be presented, in a sample of 318 subjects aged between 7 and 14 years. Using the cue technique, participants will be asked to recall, through asso-ciation, autobiographical memories following the presentation of some stimulus words. We will try to understand how the ability to recover autobiographical memories can progressi-vely evolve, depending on the age of the subjects. Through the analysis and interpretation of the results obtained, some important conclusions will be drawn with respect to the out-come of the experimental research carried out, whose ultimate goal is to make the Crovitz test a tool that can be used to evaluate autobiographical memory in a population of subjec-ts in childhood.