images/grafica/TESTATE/GENERALE_PSICOLOGIA/convegni.png

Lectio magistralis del prof. Gianvittorio Pisapia al premio annuale SCRIVI allo IUSVE

Sabato 18 giugno 2016, dalle ore 09:30 alle ore 13:00, il Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI) ha il piacere di presentare il convegno “Le mani che narrano sfidano il criminologo e lo psicologo” con una lectio magistralis del Prof. Gianvittorio Pisapia.
Il convegno si svolgerà in Aula Magna del campus di Mestre.

“Immaginiamo le nostre mani come fossero un foglio bianco sul quale è impresso, indistinto, un punto interrogativo. Se, superato l’imbarazzo iniziale, riusciremo a narrare la nostra esperienza attraverso le mani, le parole che sorgono sveleranno il mistero di ciò che era assente”.
Prof. Gianvittorio Pisapia

Il convegno è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia dello IUSVE, ai corsisti del Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense
e a tutti gli studenti di altre Università, afferenti a corsi di Psicologia o Medicina Legale. Sono inoltre invitati
psicologi,
avvocati e magistrati,
medici,
sociologi, educatori
e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense.

Per ulteriori informazioni potete contattare il Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI)
all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Eventbrite - Premio SCRIVI 2016

Totem e Tabù: Sigmund Freud attraverso le immagini di Claudio Costa

L'International Association for Art and Psychology – Sezione Veneto, in collaborazione con lo IUSVE, organizza il convegno Totem e Tabù, che si svolgerà sabato 11 giugno 2016 dalle 16.30. Il saggio di Freud Totem e Tabù verrà riletto prendendo ispirazione dalle immagini prodotte dall'artista Claudio Costa ad esso ispirate. Il testo di Freud risulterà così trasformato ed arricchito. Esso ottiene una “descrizione” differente che avviene attraverso immagini: il testo parla del suo contenuto, ma parla anche dell’immagine che Claudio Costa gli sovrappone. L'interpretazione del testo diventa così multidimensionale.

Per l'occasione verrà allestita nella hall del campus IUSVE di Mestre, una mostra con le immagini tratte dal lavoro di Claudio Costa.
L'ingresso è gratuito.

Qui è possibile scaricare il programma dell'evento:

Tra emozioni e tecnologia: genitori e figli ai tempi della Procreazione Medicalmente Assistita

IUSVE, in collaborazione con AEPEA, nell'ambito del ciclo di convegni internazionali nuovi bisogni, nuove strategie, organizza il convegno Genitori e Figli ai tempi delle P.M.A. che si svolgerà il giorno 2 luglio 2016 dalle ore 9.00 alle ore 17.00 presso il campus IUSVE di Mestre. Il convegno è aperto a psicologi, medici e ostetriche oltre agli studenti IUSVE.

Cosa significa avere un figlio, oggi, alla luce delle nuove tecnologie di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA)? 
Quali procedure la coppia deve affrontare? 
Come si spiegano quelle situazioni in cui il processo naturale della riproduzione è ostacolato da una molteplicità di fattori? E quali risvolti psicologici comportano? “Fertilità”. “Genitorialità”. “Speranza”. “Scienza”. “Nascita”: sono questi i termini che esprimono una sintesi - quasi un filo conduttore - del convegno, che cercherà di spiegare in modo semplice e diretto ciò che succede quando una coppia decide di superare le proprie difficoltà riproduttive attraverso la PMA.
I Relatori, grazie alle loro competenze specialistiche che vanno dalla psicologia alla medicina e ai vissuti che incontrano quotidianamente nei loro ambulatori, intendono fare chiarezza sull’anatomia e la fisiologia della riproduzione umana, sui concetti di diagnosi, di infertilità e di sterilità, sulle caratteristiche maschili e femminili che impediscono questi processi, sulle tecniche di fecondazione assistita e sui risvolti psicologici ed emotivi del divenire ed essere genitori. 
Dal desiderio di maternità e paternità al ruolo degli aspetti psicologici nell’eziologia dell’infertilità, dalle conseguenze psicologiche dovute alla diagnosi a quelle dovute alla fecondazione assistita ed al suo risultato. Non ultime alcune riflessioni bioetiche connesse alla PMA.

Al seguente link è possibile scaricare il programma digitale del convegno:

Per gli esterni, i soci AEPEA e coloro che richiedono i crediti ECM è necessario scaricare il seguente modello e inviarlo compilato entro venerdì 24 giugno 2016 a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Eventbrite - GENITORI E FIGLI AI TEMPI DELLA P.M.A. TRA EMOZIONI E TECNOLOGIA 

Per ulteriori informazioni:
Dott.ssa Alessia Anello (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Seminario - Cooperazione Internazionale e competenze per l'intervento educativo e psicologico in contesti interculturali (ospite dott.ssa Giulia Cavalletto)

Titolo: Seminario - Cooperazione Internazionale e competenze per l'intervento educativo e psicologico in contesti interculturali (ospite dott.ssa Giulia Cavalletto)
Data: 20 maggio 2016
Orario: dalle ore 13.00 alle ore 15.00
Campus: Aula 5 – Palazzo IUSVE Mestre

Il seminario verterà sul tema della Cooperazione Internazionale e sul ruolo dell'educatore e dello psicologo che opera in contesti interculturali, approfondendone le competenze e le conoscenze di base necessarie in questo ambito. Lo IUSVE propone questo incontro per gli studenti di Laurea triennale e magistrale del Dipartimento di Psicologia e Pedagogia che sono interessati a conoscere più da vicino l'offerta IUSVE di tirocinio all'estero e il tema dell'intercultura e cittadinanza attiva mondiale promossa dagli organismi di cooperazione internazionale allo sviluppo.

Giulia Cavalletto è Coordinatrice Comitato VIS INE - Comitato Ispettoria Nord Est (Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia), è stata volontaria internazionale VIS presso il centro don Bosco Ngangi di Goma (Repubblica Domocratica del Congo).

Personalità e tipi psicologici nella teoria di Carl Jung (ospite Prof. Giovanni Gocci)

Titolo: Personalità e tipi psicologici nella teoria di Carl Jung (ospite Prof. Giovanni Gocci)
Data: 28/05/2016
Orario: dalle ore 14:30 alle ore 17:30
Campus: Palazzo IUSVE Mestre

Il seminario di studio costituisce un approfondimento monotematico sulla psicologia della personalità di Carl Jung organizzato all’interno dell’insegnamento di Psicologia della personalità della Prof.ssa Beatrice Signorotto. Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia, oltre che a tutti gli esterni interessati ad un approfondimento sulle teorie junghiane.

Giovanni Gocci è Psicologo Analitico, Ipnologo, Psicoterapeuta, diplomato presso lo Jung Institut di Zurigo, professore Associato di Psicologia Sociale, presso l’Università di Siena-Arezzo. Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ed Ipnosi Ericksoniana, H. Bernheim con sede in Verona dal 2001 al 2013.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Prof.ssa Beatrice Signorotto (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Introduzione alla pratica collaborativa (ospiti Avv. Simona Ardesi, Avv. Carla Loda e Dott.ssa Elena Giudice)

TitoloIntroduzione alla pratica collaborativa (ospiti Avv. Simona Ardesi, Avv. Carla Loda e Dott.ssa Elena Giudice)
Data: 11/05/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Simona Ardesi è avvocato presso lo studio legale Ardesi Loda & Associati di Brescia, è docente presso l’Università Cattolica Sacro Cuore di Brescia ed è inoltre socia dell’Associazione Italiana Avvocati di Diritto Collaborativo (AIADC).
Carla Loda è avvocato presso lo studio legale Ardesi Loda & Associati di Brescia, è componente del direttivo nazionale dell’Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i minori (AIAF) ed è inoltre socia dell’Associazione Italiana Avvocati di Diritto Collaborativo (AIADC).
Elena Giudice è assistente sociale libera professionista, è facilitatole di pratica collaborativa ed è inoltre socia dell’Associazione Italiana Avvocati di Diritto Collaborativo (AIADC).

Il seminario di studio costituisce il quarto incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani.
Il seminario avrà per tema la c.d. pratica collaborativa, vale a dire una nuova modalità di gestione del conflitto da parte degli avvocati e delle figure professionali deputate alla gestione di situazioni giuridicamente rilevanti. La pratica collaborativa ha come obiettivo, tra gli altri, anche la gestione del conflitto finalizzata alla limitazione della c.d. seconda vittimizzazione.
Per gli studenti del I e del II anno del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione la partecipazione a tutti e otto i seminari verrà conteggiata come 50 ore di tirocinio accademico.
Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Prof. Marco Monzani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Dagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari alle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (ospite Dott. Antonino Calogero)

TitoloDagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari – OPG alle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza – REMS (ospite Dott. Antonino Calogero)
Data: 04/05/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Antonino Calogero è medico, psichiatra e psicoterapeuta ed è stato per molti anni Direttore dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario (OPG) di Castiglione delle Stiviere (MN).

Il seminario di studio costituisce il terzo incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani. Il seminario avrà per tema l’analisi dell’impatto sul territorio della recente normativa che ha previsto la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) e la loro sostituzione con le Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS). Il relatore illustrerà la tematica evidenziandone, in particolare, i punti di criticità.

Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Prof. Marco Monzani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Eventbrite - Dagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari – OPG alle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza – REMS

Parola ai numeri, parola alle vittime

La locandina del seminario “Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia” era affissa già da qualche tempo lungo le scale e sulle bacheche IUSVE. Avrebbe potuto suscitare curiosità sul tema in alcuni, forse in altri perplessità per l’utilizzo di numeri e statistiche, ma evidentemente non indifferenza: il 20 aprile 2016 i posti a sedere cominciano a scarseggiare già a 20 minuti dall’inizio del seminario.
Non sono le sole persone a riempire l’ambiente, ma anche un’emozione che arriva dalle prime file del lato destro e risuona in chi sa che, di lì a poco, la dott.ssa Giacometti presenterà col prof. Monzani il libro di cui, insieme al Professore, è co-autrice.
La dott.ssa Camporese espone il programma e introduce il tema della violenza sulle donne e del rilevamento statistico del fenomeno. Attraverso le sue parole, i numeri non sembrano così lontani, e il loro prendere senso è un nostro prenderne confidenza.

La parola passa al prof. Monzani, che inizia la presentazione del libro La violenza contro le donne. Un approccio clinico-giuridico, ed espone un modello circolare di vittimizzazione, nato dall’esperienza concreta dei Centri Anti Violenza. Viene letta qualche breve ed incisiva testimonianza di alcune donne vittime, ed ascoltare questi frammenti di storie mi ricorda che dietro alle teorie, così come dietro ai numeri che oggi vengono portati, ci sono delle persone con dei vissuti spesso molto dolorosi. Una proposta per alleviare questo dolore, e che vede non solo in questo la propria utilità, è il modello clinico-giuridico che sta per essere presentato dalla dott.ssa Giacometti. Il momento è quindi arrivato: ora lei è rappresentante di una forza di volontà e di un impegno che sono d’ispirazione per noi studenti, ed espone il suo personale contributo al tema, che consiste in una chiave di lettura rispetto al come affrontare la violenza da un punto di vista professionale. La sua presentazione termina seguita dagli applausi, che esprimono un sincero complimento e lo scioglimento di un’emozione, e in parte di una tensione, provata immaginandosi di dover affrontare una prova di coraggio e padronanza di sé simile a quella da lei affrontata.

La parola passa alla dott.ssa Muratore, che espone i risultati dell’indagine ISTAT del 2014 riguardante la violenza contro le donne. I numeri iniziano ora a raccontarsi e a raccontare una realtà abbastanza lontana dai pregiudizi e da quello che trasmettono alcuni mass media. Tra i dati, due in particolare catturano la mia attenzione: la maggior parte degli stupri è commesso da un partner o un ex partner, e le donne straniere hanno subito violenza fisica o sessuale in misura molto simile alle donne italiane. Il primo dato mi colpisce la pancia, come accade ogni volta che emerge il tema di una violenza che invischia l’amore confondendo la fiducia. Il secondo dato mi stupisce e mi occupa per un po’ la testa, facendomi ripensare a quello che fino a quel momento era effettivamente stato un mio pregiudizio.

Il seminario si conclude, e ora non resta che elaborare i dati (nel senso di rifletterci) e contribuire, nel nostro piccolo, alla loro diffusione, per sfatare falsi miti e dare voce alle vittime.

 

I centri Antiviolenza e il loro ruolo sul territorio (ospiti Dott.ssa Patrizia Marcuzzo e Dott.ssa Claudia Ceccarello)

TitoloI centri Antiviolenza e il loro ruolo sul territorio (ospiti Dott.ssa Patrizia Marcuzzo e Dott.ssa Claudia Ceccarello)
Data: 27/04/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Patrizia Marcuzzo è Responsabile del Centro Antiviolenza del Comune di Venezia.
Claudia Ceccarello è Psicologa e lavora presso la cooperativa La Esse s.c.s

Il seminario di studio costituisce il secondo incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani.
Il seminario avrà per tema il ruolo dei Centri Antiviolenza (in particolare quello del Comune di Venezia) sul territorio, sia per quanto riguarda il contrasto al fenomeno “violenza di genere” e l’accoglienza delle vittime, sia per quanto riguarda la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, sia per quanto riguarda la formazione dei futuri professionisti che si dovranno occupare della questione.

Per gli studenti del I e del II anno del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione la partecipazione a tutti e otto i seminari verrà conteggiata come 50 ore di tirocinio accademico.
Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Eventbrite - I centri Antiviolenza e il loro ruolo sul territorio

Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia (ospite Dott.ssa Giuseppina Muratore)

Titolo: Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia (ospite Dott.ssa Giuseppina Muratore)
Data: 20/04/2016
Orario: dalle ore 15:30 alle ore 17:30
Campus: Aula 2/3 – Palazzo IUSVE Mestre
Ore di recupero: 50 ore frequenza (per gli studenti che partecipano a tutti e 8 i seminari)

Il seminario avrà come tematica principale la recente pubblicazione della ricerca di ISTAT relativa alla violenza domestica. Durante il seminario verrà presentato anche il volume di Marco Monzani e Anna Giacometti dal titolo “La violenza contro le donne. Verso un approccio clinico-giuridico” pubblicato da Libreriauniversitaria editore di Padova, dove vengono presentati anche i risultati dell’esperienza formativa della ULSS 17 di Monselice denominata “Progetto ELETTRA”.

Giuseppina Muratore lavora presso la Direzione centrale delle Statistiche socio-demografiche ed ambientali dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT).
Il seminario di studio costituisce il primo incontro di una serie di otto incontri previsti per il tirocinio psico-giuridico (A.A. 2015-16) organizzato all’interno degli insegnamenti di Psicologia giuridica e di Psicologia investigativa del Prof. Marco Monzani.

Per gli studenti del I e del II anno del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione la partecipazione a tutti e otto i seminari verrà conteggiata come 50 ore di tirocinio accademico.
Il seminario è rivolto a tutti gli studenti del Dipartimento di Psicologia  oltre che a tutti gli esterni interessati quali Psicologi, Avvocati e Magistrati, Medici, Sociologi, Educatori, Comunicatori e tutti quei professionisti che gravitano nell’ambito forense. 

Eventbrite - Violenza contro le donne. I dati e la fenomenologia