L’offerta didattica del Corso di Licenza/laurea magistrale in Psicologia clinica e dinamica mira a garantire una formazione accurata nei diversi settori della psicologia clinica, con un’attenzione specifica all’ambito psicodinamico, nelle sue principali declinazioni teoriche (dal modello psicoanalitico alle più recenti prospettive postmoderne). Il paradigma clinico-dinamico, a prescindere dal modello teorico-concettuale di riferimento, si caratterizza per l’attenzione costante alle dinamiche relazionali. In particolare, il percorso formativo proposto, valorizzato dalle esercitazioni in aula e dai laboratori a scelta dello studente, intende promuovere un costante confronto e dialogo fra i diversi modelli teorici e clinici del paradigma psicodinamico. L’obiettivo  principale del Corso è infatti quello di formare chi desidera interessarsi alla complessità del lavoro clinico nei vari contesti in cui questo può trovare applicazione (dall’incontro con la persona, alla famiglia, passando per i gruppi e le istituzioni), fornendo al tempo stesso una preliminare conoscenza degli strumenti clinici per la valutazione psicodiagnostica (colloquio, test, ecc.), utili ad esplorare quegli aspetti del Sé non pienamente conosciuti.
Per quanto riguarda il profilo professionale, il percorso accademico intende quindi realizzare i seguenti obiettivi principali:

  • fornire conoscenze, abilità e competenze riguardanti: gli ambiti teorici e pratici della psicologia clinica e dinamica;
  • fornire strumenti conoscitivi per la prevenzione, la diagnosi e la conduzione di colloqui clinici;
  • favorire lo sviluppo delle competenze necessarie allo svolgimento di attività di ricerca, sperimentazione e didattica negli ambiti della psicologia clinica e dinamica;
  • offrire una formazione non solo tecnico-professionale, ma anche umanistica, dentro l’orizzonte antropologico-pedagogico, aperto ai valori che danno senso alla vita e rispondono alle istanze attuali di inclusione sociale, di intercultura e di prevenzione della devianza

Sbocchi lavorativi
Il titolo di Licenza/laurea magistrale in Psicologia clinica e dinamica, dopo la necessaria iscrizione all’Albo (sezione A dell’Albo professionale degli Psicologi), consentirà allo studente di svolgere attività professionale in tutti gli ambiti in cui è prevista la figura dello Psicologo, sia con un contratto di lavoro dipendente che come consulente esterno (scegliendo quindi la libera professione). In particolare, i principali sbocchi lavorativi riguardano tutti quei servizi in cui è possibile svolgere una consulenza di tipo psicodiagnostico e/o attivare una relazione volta al sostegno individuale. Si tratta di servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle comunità, nonché presso enti e istituzioni pubbliche, private e di terzo settore, come ad esempio:

  • all’interno delle ULSS: servizi di neuropsichiatria infantile, consultori familiari, SerD, Centri di Salute Mentale (CSM);
  • nei servizi psicosociali e nelle struttu- re di prevenzione per minori o adulti in condizioni di disagio personale, familiare o sociale;
  • presso enti e cooperative con funzioni di assistenza, ricerca, riabilitazione e/o di promozione

Lo Studente, una volta laureatosi, potrà altresì decidere di proseguire i propri studi, iscrivendosi a Master  universitari di primo e/o secondo livello, o ad una Scuola di Specializzazione in psicoterapia, per poi poter esercitare la libera professione come psicoterapeuta.