Caratteristica distintiva del Corso di Baccalaureato - Laurea Triennale  in Psicologia dell’educazione è di privilegiare metodologie didattiche attive ed integrate quali:

  • laboratori teorico-pratici in ambito psicologico educativo, clinico e del lavoro;
  • esercitazioni guidate in preparazione all’Esame di Stato;
  • esercitazioni per la conoscenza e l’utilizzo di Test Psicologici
  • guida formativa all’elaborazione di progetti di intervento in ambito educativo e clinico;
  • attività formative quali le esperienze di Tirocinio e relativa riflessione sulle esperienze;
  • attività di tutoraggio;
  • attività di tirocinio indirizzate all’apprendimento ed al perfezionamento di competenze professionali specificamente riferite alla figura dello Psicologo;
  • ed ogni altra forma di attività didattica orientata al miglior raggiungimento degli scopi formativi e professionalizzanti propri del corso di studi.


Le attività formative sono raggruppate nelle seguenti tipologie:

  • attività di base;
  • attività caratterizzanti;
  • attività integrative;
  • seminari, esercitazioni, laboratori;
  • tirocinio;
  • attività di libera scelta;
  • prova finale.

In questo, come in tutti i curricoli programmati dallo IUSVE viene data particolare rilevanza alle attività pratiche quali: esercitazioni, seminari, laboratori e tirocini, per favorire nello studente l’acquisizione delle competenze necessarie.

Sbocchi lavorativi
I laureati in Psicologia dell’educazione, dopo la necessaria iscrizione all’Albo (sezione B dell’Albo professionale degli Psicologi), potranno svolgere attività professionale in diversi ambiti quali:

  • servizi materni infantili;
  • servizi per la prevenzione del disagio;
  • istituzioni scolastiche;
  • centri pubblici o privati di riabilitazione.
Potranno altresì proseguire gli studi iscrivendosi a un corso di Laurea Magistrale, o a Master universitari di primo livello.