Il training autogeno in gravidanza: utilizzo e benefici del training autogeno respiratorio all'interno della psicoprofilassi ostetrica

Data: 15 luglio 2021
Studente:
Anna Dal Cin
Titolo tesi:
Il training autogeno in gravidanza: utilizzo e benefici del training autogeno respiratorio all'interno della psicoprofilassi ostetrica
Docente relatore:
 Roberto Baruzzo
Licenza in:
 Psicologia clinica e di comunità

L’argomento scelto verte attorno alla tematica del training autogeno utilizzato come strumento della psicologia prenatale. Gli obiettivi di questo lavoro hanno ruotato intorno alla tesi che seguire una preparazione al parto che comprenda l’allenamento con il training autogeno respiratorio porti a benefici psicofisici per la gestante e si riveli utile per aiutarla ad affrontare con maggior tranquillità il parto. Si è partiti dall’ipotesi che l’applicazione di questo metodo ai corsi di preparazione al parto rendesse la gestante consapevole della prova che sarebbe andata ad affrontare e le permettesse di avere un’occasione per poter dedicare del tempo alla conoscenza di se stessa, con significative ricadute positive sul suo benessere psichico. La ricerca è stata condotta con una metodologia di lavoro che ha previsto un approfondimento bibliografico di settore e la consultazione di autorevoli articoli scientifici nell’ambito della psicologia clinica perinatale e del training autogeno. L’elaborato è articolato in quattro sezioni. Nella prima si introduce il lettore alla psicologia prenatale e si espongono le difficoltà psichiche in cui può incorrere la gestante, nella seconda si riassume l’evoluzione della psicoprofilassi al parto e si descrive l’approccio odierno, che comprende la gestione degli aspetti psicologici, nella terza si descrivono le metodologie del training autogeno di Schultz e del training autogeno respiratorio di Piscicelli e infine nella quarta si dimostrano i benefici della preparazione al parto con il training autogeno respiratorio e se ne conferma, in termini conclusivi, l’utilità.

The topic I chose addresses the issue of autogenic training used as a relaxation technique in prenatal psychology. The aim of this work is to demonstrate that preparing for childbirth by using respiratory autogenic training techniques, leads to psychophysical benefits for the pregnant woman and is useful in helping her face birth with more serenity. The starting point was the hypothesis according to which the application of this technique during preparatory courses, makes the pregnant woman aware of what she will have to face and allows her to have an opportunity to understand herself better, with significant positive effects on her psychological well-being. This research has been conducted both on book references and by studying authoritative scientific sources in the context of perinatal clinical psychology and autogenic training. This dissertation is divided into four sections. The first one introduces the reader to prenatal psychology and exposes the psychic difficulties that the pregnant woman may experience. The second one summarizes the evolution of psychoprophylaxis in childbirth and describes today's approach, which also takes into consideration psychological implications. The third one describes two different approaches: Schultz's autogenic training and Piscicelli's respiratory autogenic training. The last section demonstrates the benefits of respiratory autogenic training for childbirth and ultimately proves the usefulness of this method.